Sampdoria: Ferrero in bilico, può decadere da presidente per il crack Livingstone. I nomi dei possibili sostituti

Sampdoria: Ferrero in bilico, può decadere da presidente per il crack Livingstone. I nomi dei possibili sostituti

Il presidente della Samp rischierebbe la decadenza, l’avvocato Romei: “In caso di risposta negativa, cioè di sentenza di patteggiamento passata in giudicato, si penserà a chi affidare la presidenza”.

Commenta per primo!

Nuovi scossoni in vista per la Sampdoria di Massimo Ferrero?

Il presidente del club blucerchiato rischierebbe la decadenza. La Corte federale d’appello della FIGC lo scorso 22 febbraio ha chiarito la posizione del patron: l’articolo 22 delle Noif, infatti, stabilisce che un dirigente calcistico non può avere condanne con sentenza passata in giudicato a pene superiori a un anno per una serie di reati penali tra i quali rientrano anche la bancarotta o il fallimento di imprese private.

E Ferrero sarebbe incorso proprio in un di queste con il patteggiamento (che per la FIGC equivale ad una condanna vera e propria) a un anno e dieci mesi per il crack della compagnia aerea Livingstone. Uno dei suoi legali – l’avvocato Ponti – aveva però presentato ricorso in Cassazione contro il suo stesso patteggiamento. Entro fine anno, o al massimo all’inizio del 2017, arriverà la decisione della Cassazione.

“In caso di risposta negativa – ha chiarito l’avvocato Romei, braccio destro di Ferrero – cioè di sentenza di patteggiamento passata in giudicato, ci ripresenteremo davanti alla Federazione per una valutazione più approfondita del caso. In quel caso si penserà a chi affidare la presidenza, tenendo conto che questa decisione spetta eventualmente al socio di maggioranza”.

A tal proposito – scrive il ‘Secolo XIX’ – nel caso in cui Ferrero non potesse mantenere la carica, la società starebbe pensando ad affidarla a un personaggio di spessore legato alla Samp e alla sua storia. I nomi, al momento, sarebbero quelli di Gianluca Vialli e Francesca Mantovani. Ma non sarebbero soltanto questi due i profili che starebbe valutando la società ligure. “Nell’ipotesi in cui realmente fosse confermato l’impedimento a Ferrero di conservare la carica, cercheremo di mettere in quella posizione la figura più rappresentativa”, ha concluso Romei.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy