PALERMO REGINA DEL MERCATO Squadra rivoluzionata e rinforzata da Pietro Lo Monaco. Salvezza possibile!

PALERMO REGINA DEL MERCATO Squadra rivoluzionata e rinforzata da Pietro Lo Monaco. Salvezza possibile!

Di William Anselmo Il segnale che arriva dalla società è che il Palermo cè e vuole salvarsi. Anzi, vuole tornare ad essere grande. Con un mercato fatto da tanti prestiti e da.

Commenta per primo!

Di William Anselmo Il segnale che arriva dalla società è che il Palermo cè e vuole salvarsi. Anzi, vuole tornare ad essere grande. Con un mercato fatto da tanti prestiti e da buoni affari, Pietro Lo Monaco ha lasciato tutti a bocca aperta con una serie di movimenti in stile “Football Manager” (il noto videogame calcistico di gestione manageriale). Un mercato così intenso forse in Sicilia non si era mai visto e i piccoli ritocchi che solitamente si fanno a gennaio sono diventati dei profondi interventi, come quelli che vanno fatti in estate. La squadra è stata rivoluzionata e rinforzata diventando sempre più “creatura” di Lo Monaco. Addirittura potremmo leggere in un mercato del genere la presunzione di pensare già al futuro, dando per scontata la salvezza nonostante la sconfortante posizione in classifica. Una linea di progetto che appare come una grande scommessa a livello economico, non tanto nellimmediato, ma per tutti gli accordi da definire al termine della stagione, sia in caso di permanenza in Serie A, sia in caso di retrocessione. Lacquisto più importante a nostro modo di vedere è senza dubbio quello del portiere: un investimento oneroso per il Palermo che con Sorrentino risolve i problemi legati allinesperienza del giovane e deludente Ujkani. La sicurezza tra i pali di Sorrentino aiuterà certamente tutta la retroguardia rosanero a giocare in modo più sereno. In difesa, Aronica e Dossena completano il capitolo “esperienza”, ma unaltra pedina importante potrebbe rivelarsi Fabbrini, centrocampista italiano che addirittura può vantare anche una convocazione nella nazionale maggiore. Tutto il resto sarà unincognita o quasi. Escludendo Boselli e Anselmo de Moraes, che comunque non hanno trovato molto spazio in Italia, tutti gli altri sono delle vere e proprie scommesse da lanciare in Serie A, a partire dai centrocampisti Formica, Nelson e Faurlin, fino ad arrivare a Sperduti. Ci sarà limbarazzo della scelta per Gasperini che ora dovrà incrociare le dita e sperare di trovare giocatori pronti per il nostro campionato, ma soprattutto dovrà fare i salti mortali per non scontentare nessuno visto che i giocatori che scendono in campo sono sempre undici e con una panchina così lunga i malumori potrebbero essere dietro langolo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy