Zamparini: “Voglio educare i tifosi, amo il Palermo più di loro”

Zamparini: “Voglio educare i tifosi, amo il Palermo più di loro”

Il presidente rosanero si lascia andare a pesanti dichiarazioni sul rapporto con i tifosi.

Commenta per primo!

Intervenuto ai microfoni di TRM, il presidente del Palermo Maurizio Zamparini si è soffermato anche sul rapporto in essere con i tifosi rosanero, chiarendo il proprio punto di vista in merito alle contestazioni da essi operate a causa della gestione societaria messa in atto negli ultimi anni.

“Io ho avuto molto più rispetto di voi palermitani della maglia e della città. Perché senza chiedere nulla ho dato tantissimo a questa squadra. Forse qualche tifoso pensa che per essere presidente devo dire grazie ai tifosi per essere presidente, semmai loro a me per averci messo così tanto. Io dico che un pregio, ma soprattutto un difetto dei palermitani è quello di credere che essere palermitani tuteli da tutto, essere palermitani deve essere un orgoglio, per quello che è stata questa città nella storia d’Europa. Però io ho voluto più bene di loro al Palermo, non voglio che quando vado via dal Palermo finisca come a Venezia. Venezia è una città importantissima eppure è andata come è andata,  è finita in C senza di me. Io dico che il Palermo è una società sana, se gestita bene può andare avanti da sola. Con mille euro a tifoso posso dare il 40% della società ai tifosi. Quindi i tifosi si facciano avanti e comprino la società rischino, magari la società finisse ai palermitani. Io voglio educare i tifosi e non certo rimproverarli quando dico queste cose, voglio bene ai tifosi, lo dico con amore. Perché io devo investire milioni su un Palermo che fa 7mila abbonati? Non ho più quei soldi da spendere. Ho già tirato fuori 100 milioni quando li avevo, adesso non li ho più”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy