Viareggio Cup: Juventus-Palermo 3-2, un rigore dubbio regala la vittoria ai bianconeri. Il commento

Viareggio Cup: Juventus-Palermo 3-2, un rigore dubbio regala la vittoria ai bianconeri. Il commento

Il Palermo di Giovanni Bosi è uscito sconfitto dalla finalissima contro la Juventus.

14 commenti

Un Palermo grintoso e sempre sul pezzo è uscito sconfitto dalla sfida contro la Juventus ma ha dimostrato di valere molto e di possedere moltissimi talenti. A Viareggio i rosanero escono sconfitti 3-2 ma a testa altissima.

PRIMO TEMPO – Allo stadio ”Torquato Bresciani” di Viareggio (LU) gli undici rosanero hanno offerto un’ottima prestazione e al termine della prima frazione di gioco stanno impattando 2-2 contro la Juventus di Fabio Grosso. La gara è apparsa fin dai primi i stanti di gioco spumeggiante, al 14′ bianconeri in vantaggio con Kastanos che ha sfruttato al meglio l’assist di Macek e dopo essersi bevuto Tafa ha depositato in rete la palla dell’1-0. Un Palermo propositivo con le offensive di Giuliano e di Lo Faso ha trovato la rete dell’1-1 con La Gumina che al 28′ dopo la botta di Costantino ha segnato con un preciso tap-in la rete del momentaneo 1-1. Al 35′ ingenuità di Giuliano che atterra Macek in area di rigore, il penalty assegnato alla Juventus è trasformato da Vadalà; non trascorrono neanche 2 minuti e al 37′ è La Gumina a pareggiare per il Palermo, dopo essersi procurato anch’egli un tiro dagli 11 metri ha depositato in rete la palla del 2-2.

SECONDO TEMPO – Dopo un primo tempo scoppiettante offerto da entrambe le compagini, nella seconda frazione di gioco i ritmi si sono notevolmente abbassati sebbene le occasioni da rete non siano mancate. I rosanero comandano il campo con la Juventus che è restata a guardare praticamente tutta la ripresa, al 20′ è Lo Faso a rischiare di portare il Palermo in vantaggio ma il tiro del giovane rosanero è respinto da Del Favro. Tra il 25′ e il 30′ sono sempre i rosanero ad andare vicini alla rete del vantaggio in entrambe le occasioni con Bonfiglio che viene ipnotizzato dall’estremo difensore bianconero e non riesce a realizzare la rete che sarebbe potuta valere la vittoria finale. Al 34′ Di Massimo si inventa un contatto con Santoro e l’arbitro Valeri assegna un calcio di rigore molto dubbio che ha permesso allo stesso attaccante bianconero di siglare la rete del 3-2 che è risultata essere decisiva  per la vittoria finale.

14 commenti

14 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. filipponucci_848 - 1 anno fa

    Un arbitro internazionale come Valeri regala il trofeo alla iuve. Da vergognarsi. Una delle solite porcate che favorisce la strisciata torinese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Noncisicrede - 1 anno fa

    La mela non cade mai lontano dall’albero.

    Juventus indecente!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Saso - 1 anno fa

    È un’indecenza ; la Juventus è la vergogna di questo sport ed è il semplice fatto che riescono a vincere solo qui in Italia a confermarlo.
    Senza Valeri e i vari aiuti e senza le ‘furbate’ di questi ragazzetti bianconeri avremmo visto un’altra gara. È poi scontato che senza gli arbitri a favore la giuve non sarebbe arrivata neanche in semifinale (contro lo Spezia ho perso il conto di quanti rigore gli hanno regalato).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Crazyhorse - 1 anno fa

    Rigore inesistente alla rubentus e rigore netto non dato a noi sul finale…ma non si vergognano gli arbitri pure con la primavera?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. toto1958 - 1 anno fa

    Mai una conquista limpida.la Juve ce l’ha nel DNA vincere rubando.Arroganti e presuntuosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. VitoChimenti - 1 anno fa

    Il rigore regalato da Valeri e’ oltre ogni buona fede. Come può’ un presunto internazionale abboccare ad un gesto cosi’ goffo di un ragazzino. La malafede e’ evidente anche dal racconto della Gazzetta che per giustificare tale vergogna ricorda per ben 2 volta la qualifica di Arbitro Internazionale di questo signore. Abbiano vergogna di loro stessi, per avere rubato ad entrambe le squadre la soddisfazione di giocarsi la finale con i propri mezzi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. xmen - 1 anno fa

    Volevo scrivere Valeri…comunque su tutti ben ramificati!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Massy091 - 1 anno fa

    Se si facessero le cose perbene così come si fanno con la primavera……..
    Peccato, si è fatta breccia su tutti i premi, tranne su quello più importante. Ciò non toglie l’ottimo lavoro svolto in quest’ultimo triennio…e in generale nell’ultimo decennio. Bravissimi i nostri picciottelli!! Bene così 😉

    Complimenti al ns (ex) Fabio Grosso, campione del mondo. Anche se allenatore dei “gobbettini”, è davvero arduo volergli del male dopo le gioie che ci ha regalato col nostro club e in nazionale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. giov@47@pa - 1 anno fa

    La strisciata, con la solerte e genuflessa collaborazione dell’arbitro, ha avuto la meglio, si fa per dire, sui nostri picciotti.
    Quello che dispiace di più è che questi rubentini si siano appropriati in modo indegno di un trofeo che dovrebbe stare nella teca dei rosanero, veri vincitori morali del torneo; non per niente sono stati solo i nostri ragazzi a ricevere i premi per il miglior portiere, il capocannoniere ed il più giovane calciatore della manifestazione viareggina.
    Siete il nostro orgoglio, carissimi ragazzi.
    Non sempre incontrerete un arbitro così partigiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Mr O - 1 anno fa

    E chi perde continua a ripetere la solita tiritera…sei e siete un disco rotto ormai, sei e siete la barzelletta di voi stessi…! Anche un bel torneo come il Viareggio, viene rovinato da ignoranti come certi appassionati di calcio che continuano a riversare la tristezza delle loro mediocri vite nel calcio che ritengono finto e condizionato dagli arbitri, e non vedendo che se (per ora solo in Italia purtroppo) negli ultimi anni la Juve non fa altro che ridicolizzare le altre società contro cui gioca, si tratta anche di bravura, parola ormai estromessa dal vocabolario calcistico dell’italiano medio, che vede del marcio in ogni dove senza saper riconoscere il talento. Ora torna casa ad ubriacarti per non sentire tua moglie che ti urla dietro…buona serata e FORZA JUVE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lezagaresr_512 - 1 anno fa

      Da dove vieni? Dal pianeta bianconero? Ritornatene a casa tua….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. VitoChimenti - 1 anno fa

      ritengo che di esistenza frustrata qui ci sia solo la tua che ti accontenti di tutto pur di dire che hai vinto. bravo. un vero uomo. quando finalmente arriveranno le telcamere e gli altri supporti elettronici la tua spocchia svanira’ nel nulla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Fp79 - 1 anno fa

    Non perché sono di parte ma se c era una squadra che doveva vincere di sicuro era il Palermo, ma come sempre vincono i più ricchi il calcio è solo business purtroppo,vedi due rigori x la merdentus di cui il 2 non c era …cmq complimenti ai ragazzi della primavera che non avendo un centro sportivo e non avendo i soldi dei polentoni di m…. Sono arrivati in finale… Da notare la totale assenza del mercante friulano complimenti vattene subito xke non meriti neanche mezzo gol di la gumina….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. cianzo - 1 anno fa

    sin da giovani nella rubentus insegnano ad imbrogliare

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy