Trajkovski (integrale): “Tra Zamparini e Iachini non metto dito. Nestorovski ok, gli attentati…”

Trajkovski (integrale): “Tra Zamparini e Iachini non metto dito. Nestorovski ok, gli attentati…”

Tutte le dichiarazioni dell’attaccante macedone.

Commenta per primo!

L’intervista

Nel maggio del 2015 il suo ingaggio arrivò nel silenzio.

Il campionato italiano non era stato ancora concluso, il calciomercato neanche aperto. Ma all’aeroporto di Punta Raisi già transitava un nuovo acquisto del Palermo. Per Maurizio Zamparini, convinto a investire sul calciatore dal consigliere Davor Curkovic, Aleksandar Trajkovski avrebbe potuto rappresentare una valida alternativa a Paulo Dybala che nel frattempo si vestiva di bianconero.

Dopo quasi dieci mesi di esperienza in Sicilia, Trajkovski traccia un bilancio della sua esperienza. “Per me è stata una sorpresa arrivare in Italia. Sono felice di far parte di questo campionato molto tattico e difficile – spiega al Giornale di Sicilia -. Non ho ancora ventiquattro anni e questa è l’esperienza più importante della mia carriera. Per far bene qui bisogna avere tanta forza a livello psicologico. La mentalità, a livello di singoli e squadra, è fondamentale. Ho sempre cercato di dare il massimo in campo, poi si possono ottenere risultati o no, ma il mio impegno non è mai mancato. La cosa più importante è giocare per la squadra, si può essere utili segnando, ma anche con gli assist. E io conto di fare la mia parte ed essere decisivo”.

VIDEO, Trajkovski: “Chiedo aiuto alla gente di Palermo”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy