Trajkovski alza la voce: “La Macedonia non merita di stare dietro al Burundi nel Ranking Fifa, dobbiamo ripartire col nuovo ct. E sui tifosi…”

Trajkovski alza la voce: “La Macedonia non merita di stare dietro al Burundi nel Ranking Fifa, dobbiamo ripartire col nuovo ct. E sui tifosi…”

L’attaccante del Palermo alza la voce

Commenta per primo!

Momento poco positivo per la Macedonia calcistica, definita nei giorni scorsi la ‘peggior selezione macedone degli ultimi venti anni‘. Ultima posizione nel Girone C di qualificazione a Euro 2016 (quello della Spagna), a pari punti con Lussemburgo, e poi – pochi giorni fa – un verdetto che la formazione del neo-ct Angelovski avrebbe volentieri fatto a meno di conoscere: l’ultimo Ranking Mondiale diramato dalla FIFA dice che, alla luce dei recenti risultati, la Macedonia è precipitata al 139esimo posto, dietro Ciad, Mauritania e Burundi. In un periodo così critico, a presentarsi ai microfoni dei giornalisti sono i giocatori più esperti che si fanno dunque carico dei problemi dell’intero gruppo. Il primo a parlare, a pochi giorni dal match contro Montenegro (qui gli impegni di tutti i rosanero), è Aleksandar Trajkovski. “Dobbiamo essere bravi a dimenticare quanto fatto nel girone di qualificazione ai prossimi Europei. Adesso prendiamo ordini da un nuovo allenatore (da Drulovic si è passati a Igor Angelovski, ndr): dovremo sfruttare al meglio i test-match contro Montenegro e Libano, amichevoli utili per provare quanto chiesto dal nuovo ct. Il nostro obiettivo è migliorare, crescere e offrire delle buone prestazioni. Vincere sarebbe un buon viatico per risollevare il morale del gruppo: potremmo farlo col Montenegro, Nazionale che conosciamo, dato che l’abbiamo già affrontata in passato. Mentre contro Libano non ci sono precedenti e sarà un po’ più complicato – le parole dell’attaccante del Palermo da quanto tradotto da Mediagol.it -. Igor Angelovski, il nuovo tecnico, ha le sue idee, proverà a inculcarci il suo credo calcistico: cercheremo di soddisfare le sue aspettative. L’ultimo Ranking diramato dalla FIFA ci vede al 139esimo posto. Non meritiamo di stare così in basso, addirittura dietro a Burundi, Ciad e Mauritania. Sappiamo che, in questo senso, contano tanto anche i risultati ottenuti in amichevole. Perciò sia contro Montenegro che contro Libano proveremo a strappar via l’intera posta in palio. In questo periodo storico si avverte troppo disamore da parte dei tifosi macedoni, ci hanno definito ‘la peggior Macedonia degli ultimi vent’anni’. Io posso rispondere solo sul campo, invitando i miei compagni a dare tutto in partita, senza fare distinzione tra amichevoli e match di qualificazione. Poi – conclude – vedremo se i tifosi torneranno a riempire lo stadio per starci vicino”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy