Tedino: “Non ho paura, soddisfatto del gruppo. La Gumina è il futuro. Attenzione alla Virtus. Ai tifosi…”

Tedino: “Non ho paura, soddisfatto del gruppo. La Gumina è il futuro. Attenzione alla Virtus. Ai tifosi…”

Tutte le dichiarazioni del tecnico rosanero alla vigilia della sfida di Tim Cup contro la Virtus Francavilla.

3 commenti

La vigilia

Giornata di conferenza stampa in casa Palermo con mister Bruno Tedino che ha parlato alla vigilia della sfida di Tim Cup contro la Virtus Francavilla, che si giocherà domenica sera allo stadio Renzo Barbera.

Obiettivi ben chiari in testa per il tecnico dei rosanero che vede come unica meta da raggiungere la promozione in Serie A: “Sensazioni in vista della prossima stagione, c’è pressione? Noi vogliamo cercare di andare in Serie A, è qualcosa di moralmente dovuto nei confronti della piazza. Conquistare qualcosa è davvero complicato, non ci sono solo le strade dritte ma anche quelle tortuose, a me non piace la caccia ma il cacciatore quando va a cacciare non sa mai da dove esce la preda. In questo momento una città come Palermo potrebbe trovarsi davanti qualche buccia di banana, quindi il lavoro sarà quel qualcosa in più. Non vogliamo avere rimorsi. Il mio stato d’animo? Ho fatto tanta gavetta e quindi vogliamo giocarmi al meglio questa grande possibilità, la paura nel mio DNA non esiste, sono abituato a superare tutte le difficoltà. Sono curioso di vedere cosa sarà in grado di fare al 6 agosto contro una squadra che vorrà fae la sua figura in uno stadio prestigioso. Rispoli? Se sta bene fa la differenza, ha avuto delle difficoltà muscolari infatti ieri ha lasciato l’allenamento anzitempo”.

[tps_title]

Mercato e gruppo

[/tps_title]

Soddisfatto del gruppo creato fin qui, Tedino ha una sola preoccupazione: “Se oggi si fermasse il mercato io sarei molto soddisfatto della mia squadra, la sessione finirà però il 31 agosto e tutte le squadre possono sia rinforzarsi che cedere. Non sono preoccupato qualora dovesse andare via un calciatore, ma sono spaventato perché rischiare di perdere dei giocatori dopo il clima che si è creato nello spogliatoio non sarebbe una bella cosa. Ho conosciuto bene il gruppo e si è creato un bel rapporto lavorativo con molti giocatori e spero non si interrompa”.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Leonardo Lunetto - 3 mesi fa

    Si è venduto pure lui al vecchio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nick - 3 mesi fa

    che poi non si capisce perchè negli ultimi anni organizzano sempre amichevoli con squadre improponibili e poi puntualmente in coppa italia le prendiamo da squadra di lega pro..
    cosa è ??un tentativo di ammucciare la polvere sotto il tappeto visto che lo sparapalle ogni anno delira sul valore della squadra???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. nick - 3 mesi fa

    yes man come c’era da aspettarsi..per me il mercato per uno che va dichiarando di voler stravincere il campionato è ridicolo…
    si stanno vendendo il vendibile prendendo altre due scommesse e riciclare i giocatori di proprietà invenduti..come si può puntare ancora su genge come jajalo e chocev..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy