Tedino: “A Perugia il Palermo mi è piaciuto parecchio. Giocare con più attaccanti non significa più gol…”

Tedino: “A Perugia il Palermo mi è piaciuto parecchio. Giocare con più attaccanti non significa più gol…”

Le dichiarazioni del tecnico rosanero Bruno Tedino, direttamente dal ritiro di Coccaglio, alla vigilia dell’importante trasferta che vedrà il Palermo affrontare la Pro Vercelli…

di Mediagol97

La parola a Bruno Tedino.

L’allenatore del club rosanero, intervenuto ai microfoni del sito ufficiale del Palermo direttamente dal ritiro di Coccaglio, ha così parlato alla vigilia della trasferta che vedrà i suoi ragazzi affrontare la Pro Vercelli: “Per quanto riguarda i giocatori sostituiti dopo la partita con il Foggia e messi in campo contro il Perugia, è normale che un allenatore abbia provato a trovare altri tipi di equilibri con calciatori che magari, in questo momento, avevano qualcosa in più dal punto di vista delle gambe, visto che la partita era molto ravvicinata. In questo caso secondo me a Perugia abbiamo fatto una partita da Palermo: intelligente, tattica, soprattutto vogliosa e determinata da signora squadra, perché a me la partita di Perugia è piaciuta parecchio. Questa squadra ha dimostrato, giocando con una sola punta più Coronado e due esterni di grande corsa come Aleesami e Rispoli, di trovare degli equilibri con Chochev, Gnahoré e Murawski, ossia dei giocatori che arrivassero da dietro per chiudere le azioni. E quindi non è assolutamente vero che giocare con più attaccanti comporta più occasioni da rete: bisogna trovare degli spazi e in quelli infilarsi ed essere comunque propositivi“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy