Rispoli: “Con il Frosinone dobbiamo giocare per vincere. Empoli? Non vince sempre la più forte. Sul rinvio di Parma…”

Rispoli: “Con il Frosinone dobbiamo giocare per vincere. Empoli? Non vince sempre la più forte. Sul rinvio di Parma…”

Le parole del vice capitano rosanero, Andrea Rispoli, in merito a diversi argomenti: a partire dagli obiettivi stagionali del Palermo fino al momento difficile da cui sta uscendo tutta la squadra e non solo…

di Mediagol97

Uno dei protagonisti principali (in positivo) del Palermo è stato certamente, finora, Andrea Rispoli.

Il vice capitano della formazione allenata da Bruno Tedino ha saltato qualche partita a causa di alcuni problemi fisici, ma è stato determinante per la stagione rosanero con i suoi 5 gol. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, il numero 3 del club siciliano ha toccato diversi argomenti, partendo dagli obiettivi stagionali fino al momento difficile da cui sta uscendo tutta la squadra. Di seguito le sue dichiarazioni.

“Conta la fine, non quello che succede prima. Noi dobbiamo solo andare in Serie A. Eravamo primi e abbiamo perso punti per strada, ma è tutta da giocareLe sconfitte ci hanno fatto perdere un po’ di certezze, ma è acqua passata, siamo ripartiti. Adesso l’importante è trovare continuità e levarci le paure. Il rinvio di Parma? Per me è un piacere tornare lì. Non è stata un’esperienza positiva, visti i guai della società. Ho fatto sei mesi senza essere pagato e a gennaio 2015 sono venuto a Palermo. C’erano dipendenti che non prendevano gli stipendi ed erano in grosse difficoltà, conservo questo brutto ricordo, un dramma”.

Sabato c’è il Frosinone, un match fondamentale per la corsa alla Serie A: “Abbiamo l’obbligo di giocare per vincere. Tifosi? Sta a noi invogliarli a tornare, ci manca il Barbera pieno. L’Empoli? Giocano molto bene, hanno un attacco fortissimo. Hanno qualcosa in più degli altri anche perché sono concreti. Noi abbiamo Nestorovski che fa la differenza e ha segnato 12 gol, quelli dell’Empoli sono a 35 gol in due, pazzesco. Però non vince sempre la più forte, serve anche la fortuna”.

All’affermazione che a Palermo ha trovato casa, Rispoli ha risposto così: “Eh sì, la battuta ci sta. Nadine Casa, la mia fidanzata, è stato un motivo in più per legarmi a questa città, grazie a lei a fine carriera, ovunque sarò, resterò sempre legato a Palermo. Al futuro ci penserò più avanti, c’è ancora tempo. Ora devo tornare in Serie A col Palermo. Punto. E il record di gol è il mio secondo obiettivo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy