Recoba, che magie in quel Venezia: “Zamparini matto? Ve lo racconto io. L’orologio e la mega tv, lui a Palermo…”

Recoba, che magie in quel Venezia: “Zamparini matto? Ve lo racconto io. L’orologio e la mega tv, lui a Palermo…”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex attaccante di Venezia e Inter: “A Zamparini consiglio di non cambiare e di proseguire dritto per la sua strada”

di Mediagol3, @Mediagol

“Tutti dicevano di Zamparini che era un matto, ma quando lo conobbi trovai soltanto una persona molto passionale”.

Parola di Alvaro Recoba. L’ex attaccante dell’Inter in passato ha vestito anche la maglia del Venezia. Chi era il suo presidente? Maurizio Zamparini. Intervistato ai microfoni del ‘Giornale di Sicilia’, l’uruguaiano – che nel 2015 ha scelto di appendere le scarpette al chiodo – è tornato a parlare del suo rapporto con il patron friulano e del suo possibile addio.

“Ricordo il grande coinvolgimento emotivo nei confronti della squadra, un aspetto che a volte lo portava ad andare in escandescenza quando le cose andavano meno bene. Questo però per me non fu mai un problema e non a caso instaurai con lui un bellissimo rapporto. Le mie giocate mi fecero entrare presto nel cuore di Zamparini? Sì, è vero. Ricordo anche i tanti regali che mi fece – ha svelato Recoba -. Una volta feci gol contro il Perugia e mi regalò un bellissimo orologio, dicendomi che se mi fossi ripetuto contro l’Udinese sarei potuto andare in un suo negozio a prendere qualsiasi tipo di prodotto. Le cose andarono esattamente così. Segnai e portai via un televisore mai visto in questi anni, che lasciò di sasso anche lo stesso Zamparini. Il patron potrebbe lasciare? Di Zamparini e di Moratti ho sempre apprezzato la passione nei confronti dei loro club. Se Zamparini resta a Palermo non è certo per necessità, ma per la voglia che lo spinge ancora a dirigere quel club. A lui consiglio di non cambiare e di proseguire dritto per la sua strada”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy