Palermo, settimana della verità: inizia il countdown per incassare i tre milioni, Facile…

Palermo, settimana della verità: inizia il countdown per incassare i tre milioni, Facile…

L’immissione di capitali pari a 3 milioni di euro prevista per questa settimana dovrebbe evitare l’intervento della Covisoc: i dettagli

La settimana della verità.

Quella iniziata stamane potrebbe esserlo ancora di più rispetto a quella che porterà alla scadenza del 16 febbraio, quando dovranno essere pagati gli stipendi dei tesserati del club rosanero per evitare il concreto rischio della penalizzazione per -2 in classifica nel torneo di Serie B. Secondo quanto riportato all’interno della propria edizione odierna da Il Giornale di Sicilia, infatti, il Palermo starebbe attendendo nei prossimi giorni un bonifico da tre milioni di euro, annunciato da John Treacy nel corso del più recente consiglio di amministrazione lo scorso mercoledì e previsto “entro la fine della prossima settimana“, ossia di quella appena cominciata.

(Palermo, Facile studia un piano: accollo del debito da parte di Sport Capital Group PLC. I dettagli)

Si tratterebbe di un vero e proprio conto alla rovescia al quale sono strettamente connesse le sorti del club di viale del Fante: “Sette giorni, forse meno, per incamerare i primi capitali e scongiurare ogni pericolo. Questo bonifico dovrà arrivare da Alyssa, la holding lussemburghese che Zamparini ha ceduto agli inglesi nell’operazione collegata a quella del Palermo, ovvero quella che ha riportato Mepal (e il marchio) nelle disponibilità del club. La stessa Alyssa, per bocca del suo amministratore Martin Groak, ha però riconosciuto davanti al notaio Brezzi di aver già ricevuto da Sport Capital Group Investment una somma pari a 40 milioni prima di questa operazione, avvenuta il 14 gennaio. Perché questa attesa per farne rientrare ‘solo’ tre, specialmente con l’esposizione che la stessa Alyssa ha nei confronti del Palermo? È da questa società che devono infatti entrare 22,8 milioni entro il prossimo 30 giugno e gli accordi iniziali addirittura prevederebbero un ingresso immediato di 2,8 milioni, dato che la tranche da versare nel 2019 sarebbe dovuta essere soltanto di 20 milioni“.

(Palermo, dopo il Foggia si decide: Foschi in bilico, Facile contatta Guidolin. Crack Gunnarsson…)

Alla domanda posta dal noto quotidiano regionale si potrebbe e dovrebbe trovare una risposta all’interno dell’accordo separato (menzionato ma non allegato al contratto di cessione di Mepal) con cui è stato regolato tale passaggio di denaro. Nelle casse del Palermo, però, non sarebbero ancora entrati dei capitali: stando alle intenzioni di Treacy, dovrebbero cominciare ad arrivare entro questo weekend, che diventerebbe così il primo traguardo da raggiungere per la società di Viale del Fante. Se il prospetto esposto dall’amministratore delegato rosanero Emanuele Facile ai consiglieri prevede una necessità immediata di 5,4 milioni di euro entro il 16 febbraio, pare evidente come tale bonifico da solo non potrà bastare a rispettare le scadenze imposte dalla Covisoc. Si tratterebbe in ogni caso di un vero e proprio passo in avanti rispetto ai bond e ai prestiti obbligazionari emessi nelle passate settimane, anche se i tempi sarebbero ormai divenuti molto stretti in casa rosanero. Proprio per questa ragione il collegio sindacale avrebbe chiesto chiarezza sulle date ed oggi sarebbe in programma una nuova riunione per valutare la situazione (complicata) del club siciliano.

(Palermo, gli inglesi assicurano: “Cinque milioni entro il 16 febbraio”. Intanto Zamparini li mette mora…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy