Palermo, ricordi Cossentino? Ieri l’esordio col Modena: “Sono contento, siamo una buona squadra”

Palermo, ricordi Cossentino? Ieri l’esordio col Modena: “Sono contento, siamo una buona squadra”

Ha vestito la maglia rosanero dalle giovanili alla Prima Squadra. Ieri, il difensore classe ’88 ha esordito con la maglia gialloblù: prima maglia da titolare e prestazione positiva.

1 Commento

Era il lontano 2006 quando è stato convocato per la prima volta nella Prima Squadra del Palermo.

Stiamo parlando di Alberto Cossentino. In quella stagione, il difensore classe ’88 ha collezionato due presenze in Coppa Italia e una in Coppa Uefa. Poi, nel 2008, l’esordio in Serie A contro il Napoli al San Paolo.

Il sogno di Cossentino, insomma, sembrava essersi realizzato: giocare nella massima serie italiana indossando la maglia della propria città. Il 12 luglio 2008, però, il giocatore fu ceduto in prestito alla Triestina in Serie B. Una scelta, quella della società di viale del Fante di fargli maturare esperienza in campionati minori, che non ha portato i frutti sperati: zero presenze e rientro anticipato in Sicilia. E in quell’anno, la vittoria da protagonista del Campionato Primavera. Da lì, una serie di prestiti e negli anni successivi la cessione a titolo definitivo al Novara.

Lo scorso luglio, invece, il centrale palermitano è stato prelevato dal Modena. Ieri il suo esordio (positivo) con la maglia gialloblù in Lega Pro contro il Bassano Virtus: 0-0 il risultato finale. “Sono contento del mio esordio, abbiamo incontrato una buona squadra e noi siamo stati bravi a fermarli. Questo gruppo è in crescita, lavoriamo tanto. È buona l’intesa con Marino, mi trovo bene con la squadra, ce la giochiamo tutti per essere titolari – ha dichiarato l’ex rosanero al termine della gara -. Abbiamo una buona difesa, però purtroppo facciamo fatica in attacco. Ci sono stati degli episodi che ci hanno condizionati negativamente, mi riferisco ad esempio al derby. Vincendo il derby, o almeno pareggiando, saremmo andati ad Ancona con una mentalità diversa. Non bisogna mollare, cercheremo già il riscatto sabato prossimo”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Salvatore D'Anna - 2 mesi fa

    mio compagno di scuola

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy