Palermo in Serie C, Mirri: “Ho il cuore e il portafoglio distrutto. Mi auguro che…”

Palermo in Serie C, Mirri: “Ho il cuore e il portafoglio distrutto. Mi auguro che…”

Le dichiarazioni rilasciate dal noto imprenditore palermitano che nel mese di febbraio permise al Palermo di scongiurare lo spettro della penalizzazione in classifica

Parola a Dario Mirri.

Il noto imprenditore palermitano, che nel mese di febbraio – in seguito alla stipula di un accordo quadriennale di concessione di parte dei diritti pubblicitari del club con la Damir – permise alla società di viale del Fante di introitare 2,8 milioni di euro e provvedere al pagamento degli stipendi, scongiurando di fatto lo spettro della penalizzazione in classifica, è intervenuto ai microfoni di ‘Trm’.

Oggetto di discussione, il delicato momento vissuto dal Palermo, retrocesso al momento in Serie C dopo la sentenza del Tribunale Federale Nazionale della Figc sull’illecito amministrativo contestato dalla Procura alla società siciliana, in attesa della risposta da parte della Corte d’Appello Federale in merito alla richiesta di sospensiva avanzata dal club stesso.

“C’è poco da dire, è una sofferenza immane – ha dichiarato Mirri -. Speriamo di risolvere in qualche modo, anche se la vedo complicata. Decisione della Lega di B? Sconvolgente, non credo sia comprensibile. Secondo me neanche loro sanno cosa hanno fatto. Dalla Corte d’Appello spero giustizia e che annullino il provvedimento. La mia operazione con il Palermo? La situazione la conoscono tutti, è un disastro. Ho il cuore e il portafoglio distrutti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy