Nicola Salerno: “Cessione Quaison obbligata, volevo attaccante alla Borriello. Zamparini-Baccaglini…”

Nicola Salerno: “Cessione Quaison obbligata, volevo attaccante alla Borriello. Zamparini-Baccaglini…”

Le parole dell’ex direttore sportivo del Palermo, Nicola Salerno: “La cessione di Quaison era obbligata, a gennaio volevo un attaccante alla Borriello. Zamparini e Baccaglini…”

Commenta per primo!

Il suo addio si è consumato un mese fa. Era il 10 aprile e, mentre veniva esonerato Diego Lopez in favore di Diego Bortoluzzi, Nicola Salerno decideva di rassegnare le dimissioni perché le sue vedute non corrispondevano con quelle della società.

Nessuna polemica da parte del dirigente materano, fino a quel momento direttore sportivo del Palermo, ma un evidente segnale che le cose, in seno al club di viale del Fante, non erano proprio chiarissime. Ancora oggi si nutrono quegli stessi dubbi a proposito del passaggio di proprietà e a giorni si conoscerà di più su una trattativa che dura da mesi.

Intanto è lo stesso Salerno a rompere il silenzio. Lo ha fatto tramite un’intervista pubblicata dal ‘Giornale di Sicilia‘ proprio nei giorni in cui si vocifera di un suo (di Salerno, si intende) ritorno al fianco di Massimo Cellino: dopo le esperienze a Cagliari e Leeds, la coppia si formerebbe nuovamente a Brescia, club che Cellino potrebbe rilevare a breve.

Le frasi di Salerno, adesso, però sono tutte per i rosanero: “Qualcosa in più a gennaio andava fatto. Bisognava trovare i giocatori giusti per dare una svolta a questa squadra“, ha ammesso Salerno relativamente alla sessione invernale di mercato: in quelle settimane si è assistito a un immobilismo beffardo da parte della società che aveva necessità di innestare giocatori e invece ha “solamente” venduto (Hiljemark e Quaison via, dentro Sunjic e Stefan Silva… non proprio due uomini salvezza). “La cessione di Quaison – ha spiegato Salernoera obbligata dalla scadenza del contratto, per il Palermo era l’ultima occasione per poterlo sistemare. È stata tutta una questione di logica aziendale”.

Nella sua personale lista degli acquisti, Salerno confida che erano presenti un portiere d’esperienza (Pantilimon, ndr) e un attaccante che potesse essere un’alternativa a Ilija Nestorovski: “Sì, ci voleva un giocatore alla Borriello“, ha evidenziato Salerno che poi ha chiuso rispondendo alla domanda sul cambio di proprietà. “Baccaglini e Zamparini hanno un accordo, entro una certa data deve esserci il closing. Chiaramente il ritardo fa preoccupare, ma speriamo che le cose vadano per il meglio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy