John Viola e la verità sul Palermo: aveva chiesto informazioni sul club rosa, ma poi…

John Viola e la verità sul Palermo: aveva chiesto informazioni sul club rosa, ma poi…

Il presidente della NIAF racconta tutto sul suo interesse, nato ma tramontato presto, nei confronti della società di viale del Fante.

17 commenti

“Sono in contatto con l’agenzia Rozzi di Milano. Un’agenzia importante che si sta occupando di trovare i miei successori. Tra i vari gruppi di investitori interessati, loro hanno registrato contatti anche con la famiglia di Vincent e John Viola”.

Maurizio Zamparini aveva voluto mettere le cose in chiaro, appena un paio di giorni fa. Quello dei Viola non era un nome inventato dalla stampa o da fonti poco autorevoli. Vincent e John Viola avevano avuto veri e propri contatti con la banca a cui il patron friulano ha affidato un compito particolarmente delicato: individuare i prossimi proprietari dei rosanero.

Il presidente della NIAF, con base a New York City, ma originario del Sud-Italia (suo nonno, Michele D’Angelo viveva a Palermo, ndr) ha fin qui rilasciato dichiarazioni atte a smentire categoricamente ogni accostamento al Palermo Calcio.

Futuro società, John Viola a Mediagol: “Non conosco Zamparini. Amo Palermo, non è vero che comprerò il club rosa”

L’accostamento originario, tuttavia, non sarebbe stato proprio senza radice. E lo ammette anche Viola. I Rozzi, per intenderci, non hanno inventato tutto, anche perché rischierebbero più di qualche azione legale da parte dei due imprenditori statunitensi. John Viola aveva in un primo momento sondato il terreno per il Palermo Calcio e chiesto informazioni sulla vendita, perché di fatto entrare nella società rosanero avrebbe potuto rappresentare una ghiotta occasione per la sua famiglia. Un’idea iniziale di intavolare una trattativa con Zamparini, dunque, vi era stata, anche se nulla era andato oltre lo stato embrionale della cosa. Infatti l’interesse della famiglia statunitense si sarebbe fermato dopo i primi passi. Questa, dunque, l’ammissione di John Viola che tiene a sottolineare come, al momento, per la sua società non sia possibile sbarcare in Italia. Un pizzico di rammarico da parte sua vi è, eccome. La Serie A, d’altronde, è uno dei campionati più importanti al mondo dove si può fare business e Viola ne è consapevole.

John Viola, d’altro canto, si è detto impossibilitato a dedicare tempo ed energie a un qualsiasi altro progetto che non riguardi quelli già intrapresi, facendo soprattutto riferimento alla squadra di hockey di cui è presidente insieme al padre, i Florida Panthers.

Una precisione, quella del presidente della NIAF, che ha una doppia finalità: dato il suo legame con l’Italia, Viola jr non intenderebbe avere la reputazione di chi usa l’inganno come un metodo per fare business. L’inganno peggiore, per John Viola, sarebbe inoltre quello nei confronti dei tifosi del Palermo che tuttora si augurano un intervento finanziario da parte del presidente della NIAF nella società di Maurizio Zamparini. E a proposito del presidente friulano, Viola jr precisa di non avere nessun incontro in programma con il numero uno del club di viale del Fante.

L’auspicio che il Palermo abbia presto un altro proprietario non è solo da parte di Zamparini, ma anche dello stesso Viola che si augura un passaggio di consegne relativo al club rosanero così da dimostrare che fin qui le sue smentite non fossero strategia.

17 commenti

17 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. 1solafede - 1 anno fa

    Zamparini basta prese x i fondelli vai via

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabio Campisi - 1 anno fa

    E basta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. spargi49 - 1 anno fa

    Si presume che la società Palermo calcio non è appetibile,nonostante i conti siano stati mantenuti sotto controllo, con le varie cessioni che hanno fatto cassa,almeno da quanto dichiarato da Zamparini.E più appetibile una Inter o un Milan pieni di debiti,ma comunque con un bacino di utenza molto più importante rispetto alla nostra città più periferica e fuori dal grande giro della pubblicità, ci toccherà ancora un campionato anonimo e si spera almeno non sofferto come il precedente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gaetano Oliveri - 1 anno fa

    Non sarà facile liberarsi di Zamparini, non vuole vendere è chiaro. Dopo la mancata retrocessione si è di nuovo ringalluzzito, sa che le luci della ribalta calcistica fanno comodo, ci sarà un lento ed inesorabile declino fino a quando si arriverà ad un punto di non ritorno. Dirigenza vecchia, in mano ai vecchi, con zero lungimiranza per il futuro e soprattutto niente soldi da investire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Claudio Augugliaro - 1 anno fa

      non sara’lento il declino…. gia’il prossimo anno scenderemo da ultimi e poi in B non si sa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ciccio - 1 anno fa

    È u primu sfumò dai continua a prenderci per i fondelli mio ex presidente che allo stadio verranno solo i tuoi sudditi anche foschi è solo fumo come quello che ti fumi mio ex presidente per essere cosi poco credibile solo bugie zero programmi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Roberto Amoroso - 1 anno fa

    …poi… poi ha conosciuto zamparini!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. cianzo - 1 anno fa

    addio sogni di gloria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Silvio Maltese - 1 anno fa

    Zampa l avrà fatto scappare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Luca Delzio - 1 anno fa

    Credo piu’ a Viola che a Zamparini , che ci prende per i fondelli da anni con acquirenti che non esistono ricordiamoci gli arabi. Vuole solo aumentare gli abbonati ma se pensa che siamo fessi si sbaglia, nessuno si dovrebbe abbonare visto che vogliono trasferire i migliori calciatori a Cesena, Foschi ha esplicitamente esonerato gia’ Ballardini con le sue parole su di lui…secondo me proprio per questo Foschi e’ arrivato per portare calciatori inconcludenti che ci porteranno in B , cosi la societa’ costera’ meno di 100 milioni e avra’ piu’ persone disposte a comprare, in A ci prova senza riuscirci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Marco Avagliano - 1 anno fa

    è quasi la totalità della tifoseria che crede che lui voglia veramente vendere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Salvatore Lima - 1 anno fa

    come immaginavo da tempo. Tutto fumo. Zampa ci prende gusto ad illudere i tifosi palermitani. Non verra’ mai nessuno perche’ ci perdono soltanto, in tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Francesco Zenotti - 1 anno fa

      Ma Veramente Zamparini non la mai detto che vende a Viola

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Claudio Augugliaro - 1 anno fa

      Francesco Zenotti Zamparini ha detto che vende a 150 mln, il che significa non voler vendere perche’nessuno puo’comprare una squadra cosi’a quella cifra!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Massimo Di Gregorio - 1 anno fa

    Chissà come mai ha rinunciato subito….lo ha fatto scappare Zamparini con le sue richieste improponibili?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gabriele Ruisi - 1 anno fa

      Chiede 100 milioni adesso in base al potenziale della piazza. L’ho capito dalla notizia sulla cordata americana disposta a comprare il 30% delle quote a 30 milioni. Quindi, tutto il pacchetto azionario equivale a 100 milioni. Secondo me è scappato per questo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Luca Delzio - 1 anno fa

      Gia’ il passaggio di soldi e calciatori al Cesena e’ in atto . A noi rinarranno calciatori da retrocessione .

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy