De Zerbi: “Per noi è una finale, ma c’è stato poco tempo per lavorare”. Gasp: “Serve la vittoria contro i rosa”

De Zerbi: “Per noi è una finale, ma c’è stato poco tempo per lavorare”. Gasp: “Serve la vittoria contro i rosa”

Il Palermo affronta l’Atalanta nel turno infrasettimanale. Entrambi i tecnici attribuiscono alla partita grandissima importanza.

1 Commento

Il Palermo torna in campo questa sera per affrontare il turno infrasettimanale.

All’Atleti Azzurri d’Italia i rosanero se la vedranno contro una squadra che ha voglia di riscattare davanti al proprio pubblico la figuraccia di Cagliari. “La sfida contro l’Atalanta è difficile sia perché i bergamaschi sono dei grandi avversari, ma anche per questioni temporali, perché abbiamo avuto pochi giorni per migliorare gli aspetti non proprio perfetti visti nella gara contro il Crotone. Inoltre, a Bergamo ci attenderà un ambiente caldo e un tifo che potrebbe fare la differenza”, ha detto De Zerbi in conferenza stampa. “Contro l’Atalanta sfida salvezza? Beh, non so se includere i bergamaschi nella lotta per non retrocedere, perché comunque quella di Gasperini è una squadra che ha vinto sul campo del Torino e ha a disposizione un organico di alto livello. Per questo chiedo ai ragazzi un approccio importante alla gara, deve essere una finale. Sarà un ambiente ben diverso da quello di Pescara“.

I dubbi di formazione sembrano riguardare esclusivamente Sallai ed Embalo, che si giocano una maglia, ma De Zerbi avverte che almeno un paio di rosanero non sono al meglio. “Abbiamo due giocatori affaticati e in ‘forse’… nulla di grave, però ancora non hanno recuperato. E’ un Palermo che sta cercando di migliorare, di capire le mie richieste. Sono appena arrivato e per questo motivo ci vogliono disponibilità ed entusiasmo, perché facciamo un bel lavoro e dobbiamo svolgerlo nel migliore dei modi“.

Anche Gian Piero Gasperini ha delle grane da risolvere, tanto che a Bergamo si vocifera già di un possibile esonero in caso di sconfitta contro i rosanero. “Inutile dirvi che l’ambiente in toto non ha digerito la sconfitta di Cagliari, però vogliamo subito ripartire. Quella di domani col Palermo sarà una partita importante: serve la vittoria per riscattare il momento non proprio positivo”.

Uno dei protagonisti più attesi del match è Ilija Nestorovski, che col Crotone ha trovato il primo gol ufficiale con la maglia rosanero. Del macedone ha parlato Maurizio Zamparini, suo grande sostenitore. “Mi ha fatto felice perché tutti pensavano che ne avrebbe realizzato uno o due nell’intero campionato. Invece ha fatto vedere di che pasta è: la prodezza del pareggio, cinque conclusioni. Un attaccante che se gli dai dieci assist in area li trasforma in altrettanti tiri. Migliorerà nel dialogo, è un generoso, può diventare un punto di riferimento come Perisic che contro la Juve ha vinto da solo e quando è arrivato in Italia dicevano che non valeva niente. De Zerbi è felicissimo dei giocatori che ha e li ritiene di ottimo livello. Crede tantissimo in Nestorovski – sottolinea Zamparini -. Ci dispiace soltanto che… qualcuno abbia dato via La Gumina, e non so perché, che a Terni non viene impiegato, che sarebbe stato utilissimo e che comunque il prossimo anno rientrerà. A gennaio faremo qualcosa. Ma oggi andare a prendere i giocatori scartati dagli altri non avrebbe senso“.

LE SCELTE DI DE ZERBI- De Zerbi sembra convinto di riprovare il 4-3-3, rinunciando almeno dall’inizio a schierare Gazzi al centro della difesa. Davanti a Posavec ci saranno Gonzalez e Goldaniga, con Rispoli e Aleesami sulle fasce. A centrocampo Gazzi sarà coadiuvato da Hiljemark e Bruno Henrique, mentre in attacco l’unico dubbio riguarda Sallai ed Embalo (quest’ultimo in vantaggio). Diamanti e Nestorovski dovrebbero completare l’undici di partenza. Fischio d’inizio previsto per le 20.45. Potrete seguire la gara dal vivo col live testuale di Mediagol.it, e via radio, sulle frequenze di Radio Action. Dopo il match interviste in diretta, pagelle e approfondimenti.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. leolit - 3 mesi fa

    Ma come è una finale,dopo sole tre partite è già una finale?Ma questo Dezerbi lo sa dove stà di casa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy