Palermo: Zamparini atteso in città. Si va avanti con Iachini, nessun ultimatum?

Palermo: Zamparini atteso in città. Si va avanti con Iachini, nessun ultimatum?

9 commenti

Terza sconfitta consecutiva e sette punti dopo sei giornate di campionato. Dopo la partenza sprint contro Genoa e Udinese, il Palermo ha solo collezionato un punto nel pareggio col Carpi e una pioggia di critiche. Ma, al momento, non provengono nuovi segnali dalla presidenza di viale del Fante. La fiducia da parte di Maurizio Zamparini nei confronti di Beppe Iachini resta intatta. Mediagol.it vi propone l’estratto di un articolo del Corriere dello Sport, in cui viene fatto il punto sul rapporto tra patron e tecnico alla luce degli ultimi deludenti risultati.

“Iachini non rischia. Assolutamente. La decisione di Zamparini è di andare avanti col tecnico ascolano senza nessun genere di ultimatum, pur alla vigilia di una partita difficilissima come quella in casa contro la Roma e soprattutto di una sosta. Al momento, l’unità di intenti fra presidente e Iachini è confermata: fra i due, dopo la sconfitta di Torino, c’è stato un colloquio, sono stati affrontati una serie di argomenti, l’intenzione è di fare un fronte comune. Non trovano dunque riscontro voci e indiscrezioni su allenatori ‘preallertati’ o tenuti in caldo dal patron. I nomi erano, più o meno, i soliti: il grande ex, Francesco Guidolin, ma anche Mimmo Di Carlo e Andrea Stramaccioni – si legge -. Per adesso, non ci sono i presupposti per un cambio. […] Ha fatto scalpore in questi giorni il silenzio di Zamparini, abituato ad esternare sempre e comunque, in particolare nei momenti meno felici della squadra. Non si sapeva come leggere questo tipo di segnale. In realtà, il presidente nella scorsa settimana è stato a Londra per una serie di impegni lavorativi extracalcistici, ma non per questo si è disinteressato della squadra. Ha preferito non commentare pubblicamente ma sono stati continui i contatti con il tecnico e il club. Zamparini è arrabbiato, giustamente visti i risultati, preoccupato di una situazione generale che riguarda anche il futuro del club. Ma stavolta ha scelto di affrontare il momento buio con pacatezza, fidando sull’ottimo rapporto che ha sempre avuto con Iachini. Si va avanti così, cercando naturalmente correttivi anche tattici per una squadra che dal mercato è uscita piena di falle, in particolare nel settore offensivo o sugli esterni. Il presidente ora però farà sentire il suo peso: è previsto il suo arrivo a Palermo fra domani e giovedì, per parlare con la squadra e confermare la fiducia al tecnico”.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. marioschier_5 - 2 anni fa

    Esonerare adesso non avrebbe senso creerebbe solo scompiglio meglio aspettare i prossimi 5 match(roma,bologna,inter,napoli,empoli)se in queste gare non riesce a racimolare almeono 8 punti è giusto il suo allontamento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gasdi_824 - 2 anni fa

    Effettivamente colpisce molto il suo assordante silenzio,lui che è abituato ad esternare e blaterare sempre e comunque.Chissà ,magari si sta pentendo e riflette sulle malefatte.Può darsi che il buon Dio lo illumini d’immenso e gli faccia aprire uno spiraglio per gennaio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. f.bonanno-8_524 - 2 anni fa

    E non mi si dica che Zamparini è cambiato, perchè quand c’è stato da buttare fuori Ceravolo, ci ha messo un minuto, eppure ceravolo ha portato Rigoni, Quaison, Chocev, che mi sembrano un po meglio dei colpi di Gerolin

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. f.bonanno-8_815 - 2 anni fa

    Io non capisco perchè a Colantuono, Pioli, Sannino, non sia stata concessa nemmeno metà della fiducia che si ripone in Iachini che viene da 4 passi falsi consecutivi e che ha pure criticato l’operato della società

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PAwarrior - 2 anni fa

      perchè lo sanno che non ha grandi colpe ed cmq l unico che conosce bene la squadra…ed anche che le critiche erano più che fondate…sacrosante direi!
      state calmini detrattori che ne verremo fuori…d’altro canto anche l anno scorso la fiducia ha pagato in più nonostante il gioco che latita rimaniamo a +4 rispetto alla passata stagione…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. f.bonanno-8_310 - 2 anni fa

        I punti sono frutto di pura casualità. Buona squadra mal allenata, senza gioco, i pali non sono sfortuna ma mancanza di allenamento, del resto anche belotti ha parlato della scarsa attenzione in fase offensiva.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PAwarrior - 2 anni fa

          ma come se vinciamo è fortuna se perdiamo scarso allenamento? almeno siate coerenti con voi stessi…belotti faceva lecchinaggio x guadagnare il posto lascia stare…basta guardare la crescita di Vazquez e Dybala con Iachini per ribaltare questa tesi…dalla rescissione alla nazionale il primo, in nazionale argentina il secondo…semmai i giocatori che sn stati presi non sono al 100% congeniali al sistema di gioco…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. f.bonanno-8_487 - 2 anni fa

            Che i giocatori non siano adatti al 3-5-2 è chiaro, ma è altrettantovero che le vittorie con gGenova e Udine, siano state casuali, sui pali non si può più parlare di sfortuna, belotti che c’ è stato due anni ha detto qualcosa a riguardo che è nell’ evidenza dei fatti.

            Mi piace Non mi piace
          2. PAwarrior - 2 anni fa

            1.Non si è mai detto nel mondo del calcio che i pali sn figli di scarso allenamento
            2.casualità x le 2 vittorie : col Genoa è stata equilibrata, anche lì 2 traverse, secondo tempo quasi dominato, casualità che non è finita 3-0. Contro l’udinese gol quasi subito poi tanti errori individuali e c siamo abbassati troppo, espulsione ingiusta d struna e lì si che c è stata fortuna (o sfortuna x gli avversari)
            3: la credibilità di belotti è pari a 0, dove si sono allenati Dybala e vazquez in un altra squadra e poi tornavano la domenica?

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy