Corini: “Dimissioni? La squadra non era compatta, destinati a soffrire”

Corini: “Dimissioni? La squadra non era compatta, destinati a soffrire”

Le parole dell’ex tecnico del Palermo, Eugenio Corini.

Commenta per primo!

Retrocessione artimetica in casa rosanero, cronaca di una fine già annunciata da diversi mesi ma materializzatasi effettivamente nel pomeriggio di ieri in quel di Verona.

Il pareggio contro il Chievo è inutile, la vittoria dell’Empoli contro il Bologna sancisce la condanna per i siciliani che, però, metabolizzavano il ritorno in cadetteria già da diverse settimane. La certezza l’aveva anche Eugenio Corini, terzo degli attuali 5 tecnici susseguitisi sulla panchina del Barbera quest’anno, una sicurezza che giorno dopo giorno si è manifesta agli occhi dell’ex 5 rosa: “Si sapeva sarebbe stato un campionato dove si era destinati a soffrire, lo si vedeva dato il livello della squadra. Per giocarsi la salvezza- ha ammesso Corini a Sportitalia– bisognava arrivare al meglio nelle ultime 4-5 gare. Ho provato a dare segnali a prescindere da quanto sarebbe stato fatto sul mercato. Sono andato a Palermo con entusiasmo, cercando di capire come raggiungere l’obiettivo con la squadra e sarebbe servita compattezza. Quando ho capito che mancava tutto ciò ho preferito dare dimissioni“.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy