Conference 403, Sorrentino: “Io vittima de Le Iene, vi racconto. Palermo? Sono rimasto grazie a Gattuso. Quella telefonata…”

Conference 403, Sorrentino: “Io vittima de Le Iene, vi racconto. Palermo? Sono rimasto grazie a Gattuso. Quella telefonata…”

Le dichiarazioni rilasciate dal portiere ex Palermo, oggi in forza al Chievo Verona, nel corso dell’evento “Solemar Football Conference”

E’ sbarcato nel capoluogo siciliano nella giornata di ieri, dopo la sfida tra Chievo Verona e Atalanta andata in scena ieri pomeriggio allo Stadio “Atleti Azzurri d’Italia”.

Stiamo parlando di Stefano Sorrentino. L’esperto portiere ex Palermo, che ha indossato la maglia rosanero dal 2013 al 2016 indossando anche la fascia da capitano, è intervenuto nel corso dell’evento “Solemar Football Conference”, in scena nella giornata di oggi al Solemar Club dell’Addaura di Palermo. Di seguito, le sue dichiarazioni.

“Io vittima delle Iene? La mia compagna Sara era complice della redazione. Lo scherzo è nato nel momento in cui si è saputo che io non avevo voluto farmi fare il Bentelan dopo lo scontro con CR7, questo pseudo dottore mi diceva che non avrei più potuto giocare perché non mi avrebbe dato l’idoneità – ha raccontato Sorrentino -. Già mi vedevo fuori dal giro e non sapevo cosa avrei potuto dire alle mie figlie, lo scherzo è durato quasi due ore. Era pesante, ma uno scherzo resta. Dopo la retrocessione con il Palermo volevo restare al 100%, ricordo la telefonata di Gattuso che mi ha spronato a restare quando si è seduto sulla panchina rosanero. Quella telefonata è stato un segnale, la scintilla che ha fatto sì che decidessi di restare al Palermo. In cuor mio volevo rimanere, poi la telefonata di Gattuso è stata la classica ciliegina sulla torta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy