Cessione Palermo, tutti in fila per il club rosanero: Preziosi non molla, spunta un gruppo cinese e si rifà vivo Cascio…

Cessione Palermo, tutti in fila per il club rosanero: Preziosi non molla, spunta un gruppo cinese e si rifà vivo Cascio…

Proseguono le trattative per la cessione societaria, almeno cinque pretendenti: Mirri ancora al lavoro per far valere la propria opzione mentre Preziosi non molla, c’è pure un gruppo cinese

Tutti lo vogliono ma nessuno, ancora, se lo prende.

(Cessione Palermo, le grandi manovre di Giochi Preziosi: accordo con Carisma e quotazione in Borsa. Ricavi e fatturato…)

Questa in estrema sintesi la situazione relativa alle attuali trattative per la cessione del club rosanero. Le richieste pervenute a Dario Mirri per rilevare le quote societarie del Palermo Calcio, secondo quanto riportato all’interno della propria edizione odierna da Il Giornale di Sicilia, sarebbero state innumerevoli, così come quelle depositate in Viale del Fante per ottenere la documentazione di base nell’ottica di una due diligence da avviare. Sarebbero almeno cinque, al momento, le trattative intavolate in maniera seria e poi vi sarebbero anche degli altri personaggi che ruoterebbero attorno all’affare ed altri vari soggetti interessati ma in una fase ancora iniziale della trattativa.

(Cessione Palermo, Mirri e Preziosi in cerca della giusta via: è corsa contro il tempo, dal collegio sindacale…)

Nonostante il club siciliano faccia così tanto gola, nessuno è però ancora concretamente intervenuto per salvarlo, nemmeno adesso che i dati sono ormai noti, sia sull’ammontare dei debiti (47 milioni di euro) che su quello dei crediti (circa 18 milioni a cui aggiungere i 22,8 di Alyssa). L’imprenditore palermitano Dario Mirri, tornato a Palermo l’altro ieri, si è messo all’opera in quel di Milano per trovare la quadra con il gruppo capitanato da Enrico Preziosi: “Il patron del Genoa, inizialmente avvicinatosi all’operazione come «tramite» per la holding Carisma srl, ha provato a riunire vari investitori per far sì che un’eventuale acquisizione non lo vedesse parte attiva, per evitare problemi nel caso di promozione in A dei rosa. Non si è trovata una soluzione, ma ciò non significa che si sia tirato fuori. Ci sono ancora cinque giorni di tempo per capire come muoversi, anche se ormai la strada si è fatta in salita“.

(Cessione Palermo: Preziosi fa un passo indietro, riecco Follieri. Lega B pronta ad intervenire, il punto)

La pista più concreta, sempre secondo quanto riferito dal noto quotidiano regionale, resterebbe in ogni caso quella legata al fronte Mirri, il quale in questa settimana sarebbe stato avvicinato anche da altri soggetti interessati per un possibile closing: “Tra questi un gruppo cinese e persino Raffaello Follieri, al terzo tentativo. Un film già visto, perché l’affarista di origini foggiane si sarebbe fermato ancora una volta dinanzi alla solita richiesta di garanzie bancarie. È stato il suo legale, Francesco Paolo Di Trapani, a contattare l’avvocato di Mirri nel tentativo di riaprire una porta che sembrava essersi chiusa un mese fa. Lo spiraglio, però, non ha resistito a lungo. Il tempo stringe e tra cinque giorni la Damir dovrà comunicare le proprie intenzioni. Nel caso non dovesse trovare un acquirente, la palla passa nuovamente al duo De Angeli-Foschi, con sole 48 ore a disposizione per trovare i soldi necessari al pagamento degli stipendi“.

(Cessione Palermo, Foschi smentisce il coinvolgimento di Preziosi: “Ecco qual è la verità…”)

Le opzioni per saldare gli stipendi e le ritenute parrebbero non mancare alla dirigenza del club di Viale del Fante, ma le alternative concrete per evitare la penalizzazione di -4 nella classifica del torneo di Serie B da parte della Covisoc, parrebbero rimaste in poche: “York Capital Management è alla finestra per un possibile inserimento una volta scaduta l’opzione per Mirri e il banchiere palermitano Vincenzo Macaione si sta muovendo per trovare un finanziatore solido. Per il resto tanti interessamenti che non stanno producendo granché. Una richiesta sarebbe stata avanzata persino da Frank Cascio, già in passato (per ben due volte) in trattativa con Zamparini, senza successo. L’interesse sulle sorti del Palermo non manca di certo. I soldi, al momento, sì“.

(Cessione Palermo, Damir chiede tempo ma il club rosa dice no: sponsor e grana stipendi, Preziosi e York Capital…)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Joe_Il_biondo - 2 settimane fa

    E’ la storia della Bella Cecilia: “Tutti la vogliono e nessuna la piglia”

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy