Calciomercato Palermo, Sampdoria-La Gumina settimana decisiva: ci sono dei nodi da sciogliere. Sassuolo e Torino…

Calciomercato Palermo, Sampdoria-La Gumina settimana decisiva: ci sono dei nodi da sciogliere. Sassuolo e Torino…

Nelle prossime 48 ore Sampdoria e Palermo proveranno a limare le distanze per ultimare l’operazione relativa al cartellino del talentuoso attaccante classe 1996: blucerchiati decisamente avanti ma occhio a Sassuolo e Torino. Forbice tra domanda e offerta ancora da colmare tra le due dirigenze, cosi come tra l’entourage del ragazzo ed il club doriano…

La cessione dei pezzi pregiati come passaggio propedeutico ed imprescindibile al fine di far quadrare i conti ed allestire un organico competitivo per la prossima stagione.

Il compito di Rino Foschi non è certo dei più agevoli ma il dirigente romagnolo ha esperienza, capacità diplomatiche e negoziali e intuito da vendere per venire a capo di una situazione a dir poco complicata.

Senza dubbio il Palermo vive il momento più difficile dell’era Zamparini. Precipitato dalla soglia della massima serie, la finale play-off, al purgatorio della cadetteria, stavolta senza paracadute. Travolto dall’inchiesta giudiziaria sui conti del club, con le pesanti ipotesi di reato a carico del patron friulano ed anche il presidente Giovanni Giammarva iscritto recentemente nel registro degli indagati. Lo spettro del deferimento da parte della Procura federale alle porte con l’incubo di significative sanzioni in sede di giustizia sportiva.

Ciò nonostante il calciomercato non aspetta, e il ds rosanero lavora principalmente sulle operazioni in uscita per monetizzare un tesoretto utile a pianificare la prossima stagione senza troppi patemi.

Il nome più caldo è ovviamente quello di Nino La Gumina, bomber autoctono classe 1996, letteralmente esploso nel corso della stagione appena conclusa. Dodici gol al culmine di una crescita progressiva sotto il profilo tecnico-tattico, score e rendimento che hanno destato l’attenzione di numerosi club di massima serie.

http://www.mediagol.it/palermo/calciomercato-palermo-brilla-il-gioiello-la-gumina-lincontro-con-la-sampdoria-lofferta-di-sabatini-il-pressing-dellempoli-torino-e-bologna/

Oggi La Gumina è uno dei prospetti più interessanti nel ruolo in ambito nazionale, apprezzato all’unanimità da tecnici, dirigenti ed operatori di mercato.

La Sampdoria si è mossa concretamente ed in tempi non sospetti, (LEGGI QUI) guadagnando un vantaggio, che appare difficilmente colmabile, sulla pur folta concorrenza.

Bologna, Udinese, Sassuolo, Empoli, Atalanta, Genoa, Torino. Tutte alla finestra, qualche timido sondaggio, non approfondito in modo perentorio e deciso nella maggior parte dei casi.

Al netto dell’offerta del club doriano, poco più di 6 milioni di euro più bonus, che non soddisfa ancora le aspettative del patron Zamparini, soltanto l’Empoli ha provato un inserimento incisivo e concreto, formulando una proposta ufficiale pari a 6 milioni di euro per il cartellino del calciatore.

Secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Mediagol.it, la Sampdoria è chiaramente in pole per acquisire le prestazioni del giovane attaccante palermitano, gli stati generali dei due club lavorano alacremente per accorciare la forbice tra domanda e offerta, ma non è possibile escludere colpi di scena nelle prossime ore.

Il cartellino di Rolando, inizialmente inserito come contropartita tecnica, a conguaglio del cash messo sul piatto dalla società genovese, è di fatto uscito dall’operazione.

La posizione ed il futuro dell’esterno bivalente, ex Latina, verranno esaminati separatamente, anche se le chance di una permanenza in Sicilia del classe 95 ( con la formula del rinnovo del prestito) non sembrano essere molte.

La Sampdoria stima molto Rolando in prospettiva e Giampaolo potrebbe anche valutarne i progressi in ritiro, comunque Walter Sabatini non pare intenzionato a rinunciare a cuor leggero al controllo sul suo cartellino.

L’affare La Gumina si gioca quindi sul contante, balla circa un milione tra richiesta e proposta sul valore del cartellino, resta da limare la distanza sull’entità dei bonus tra i due club ancora alla ricerca di un punto ideale  di convergenza.

Sotto l’aspetto contrattuale c’è intesa a livello temporale ( quinquennale con scadenza 2023) ma sussisterebbe ancora una forbice in termini di entità dell’ingaggio da riconoscere al calciatore tra l’entourage del ragazzo e la dirigenza doriana. Divergenza non di proporzioni abissali ma ancora piuttosto sostanziale. Tra domani pomeriggio e martedì è in agenda un nuovo incontro tra tutte le parti in causa nell’auspicio che possa arrivare la fumata bianca.

Tuttavia la Sampdoria, per quanto molto vicina alla chiusura dell’operazione, non può dormire ancora sonni tranquilli. Sassuolo e Torino, club di un certo  appeal e comunque graditi al calciatore, restano vigili e pronti a presentare un’offerta ufficiale in caso di improvviso impasse dell’affare tra blucerchiati e rosanero.

Le prossime 48 ore dovrebbero comunque essere decisive. La Gumina è pronto a spiccare il volo destinazione Serie A…

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ciccio - 3 mesi fa

    Veramente vergognoso incommentabile anche lui svenduto regalato visto o prezzi gonfiati vale minimo 10milioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dan - 3 mesi fa

    Ma perché non vendiamo Balogh ? Dice che vale 7 milioni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-5345498 - 3 mesi fa

      Forse perché non lo vuole nessuno?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per mediagol // fine configurazione per mediagol