Cagliari-Palermo: le probabili formazioni. Murawski titolare. Tanti ballottaggi nel club sardo

Cagliari-Palermo: le probabili formazioni. Murawski titolare. Tanti ballottaggi nel club sardo

Le probabili formazioni di Cagliari-Palermo, sfida valida per il terzo turno eliminatorio della Coppa Italia

5 commenti

Più che un esame, una vera e propria verifica. CagliariPalermo è soprattutto questo per l’allenatore rosanero Bruno Tedino.

Essere condannati a fare bene – ha dichiarato il tecnico del club rosanero – è positivo: fa parte della mia vita. La mattina mi sveglio e sono abituato a dare il massimo di me stesso in qualunque ambito. Nel calcio dare il massimo è ottenere risultati.

Il terzo turno eliminatorio della Coppa Italia che andrà in scena questa sera alle 21,15 all’Olimpico Grande Torino, (campo indicato dai sardi per le partite in casa in questo inizio di stagione), servirà per vedere a che punto è la squadra condannata a vincere il campionato di serie B. È proprio questo il verbo utilizzato alla vigilia dall’allenatore del Palermo.

LA FORMAZIONE DEL CAGLIARI – Due dubbi che potrebbero andare avanti anche oltre la Coppa Italia. Il Cagliari che stasera sfida il Palermo, mostra un identikit cangiante. O almeno, che potrebbe mutare pelle proprio alla vigilia del match. Con i rosanero si deve passare il turno. Per dare continuità alla competizione e per caricare le emozioni giuste in vista della Juventus. Lo snodo agonistico e tattico è anche questo. Dando per scontato che con l’undici di Zamparini – che in questi giorni ha caricato a mille i suoi – ci sia da lottare su tutti i palloni, la sfida lancia verso lo Stadium e i campioni d’Italia. Difficile dire che possa mancare la giusta dose di adrenalina. Contro Nestorovski e soci sarà indispensabile una dose speciale di furia agonistica. La dorsale Cragno-Pisacane-Cigarini Joao Pedro-Borriello pare più solida che mai. Per contorno, ballano in sei per tre maglie. Dietro si possono intuire i ballottaggi tra Andreolli e Ceppitelli, mentre a sinistra Capauno dovrebbe prevalere su Miangue. Ma anche Padoin, in pole, e Faragò sono in crescita. Altro dubbio in attacco: Farias si gioca la maglia con Sau. Per il resto, Non dovrebbero esserci sorprese per gli esterni: dal via Barella e Ionita, favorito su Dessena.

CAGLIARI (4-3-1-2): 28 Cragno; 20 Padoin, 3 Andreolli, 19 Pisacane, 24 Capuano; 4 Dessena, 18 Barella, 21 Ionita; 10 Joao Pedro; 22 Borriello, 17 Farias.

LA FORMAZIONE DEL PALERMO – Contro il Cagliari sarà un ulteriore passo in avanti per la formazione di Bruno Tedino per capire di che pasta si è fatti. Torna arruolabile Andrea Rispoli, ma sulla fascia destra, potrebbe essere data ancora una volta fiducia a Morganella. Out per infortunio il fantasista brasiliano Igor Coronado. Un risentimento muscolare ne ha sconsigliato l’impiego a scopo precauzionale, e al suo posto potrebbe giocare il talento polacco Murawski. Per il resto il tecnico trevigiano ha intenzione di dare continuità alla squadra che ha giocato dal primo minuto nel turno precedente di Coppa Italia con Posavec fra i pali; Cionek, Struna e il recuperato Bellusci in difesa; a centrocampo Morganella e Aleesami sulle fasce con Jajalo e Chochev in mezzo e Murawski a fare il doppio lavoro in fase di copertura con i due mediani e in attacco con Trajkovski e Nestorovski. Una sorta di 3-5-2 che in fase di possesso palla si trasformerà in 3-4-2-1.

PALERMO (3-5-2): 12 Posavec; 15 Cionek, 6 Struna, 2 Bellusci; 17 Morganella, 35 Murawski, 8 Jajalo, 18 Chochev, 19 Aleesami; 7 Trajkovski; 30 Nestorovski.

 

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ivan Ignazio Di Blasi - 1 settimana fa

    Ma poi scusa metti lo faso al posto di Coronado e togli jaja e cochev dentro muravski e Gnahorè boh tedino succube di zampa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Guadalupo Tony - 1 settimana fa

      era il mio centrocampo titolare..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ivan Ignazio Di Blasi - 1 settimana fa

      che formazione avresti voluto? togliendo coronado che è infortunato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Manuel Alagna - 1 settimana fa

    se neanche oggi lo faso gioca nonostante ci sia un assenza nel suo ruolo allora è giusto che se ne voglia andare. al contrario un tentativo per invogliarlo a farlo rimanere potrebbe essere dargli una maglia da titolare e farlo sentire parte del progetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Guadalupo Tony - 1 settimana fa

      condivido in pieno…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy