Cagliari crocevia della stagione del Palermo di De Zerbi: se non arriverà un risultato servirà una scossa. Sardi peggior difesa

Cagliari crocevia della stagione del Palermo di De Zerbi: se non arriverà un risultato servirà una scossa. Sardi peggior difesa

Domani il match del Sant’Elia può decidere il futuro dei rosanero e del loro allenatore. Serve un risultato per dimostrare che questo progetto non si è arenato. Il Cagliari segna tanto, ma ha la peggior difesa del campionato e arriva da due brutte sconfitte.

6 commenti

Di Mariano Calò

Zamparini negli ultimi giorni ci ha tenuto a riconfermare la fiducia a Roberto De Zerbi, sostenendo di essere pronto a scommettere a oltranza sul tecnico bresciano.

In realtà dopo tre sconfitte consecutive, tutte con punteggi importanti, il destino dell’allenatore rosanero non può che essere in bilico. La partita col Cagliari da questo punto di vista può davvero risultare decisiva. Si tratta di una squadra con ambizioni simili a quelle dei rosanero, neopromossa e con diversi esordienti nella massima serie. Il progetto di Giulini sembra ambizioso, ma è comunque una di quelle 7-8 squadre contro cui il Palermo può sperare di far punti se vuole salvarsi. Un’eventuale sconfitta metterebbe di sicuro in allarme anche lo Zamparini ottimista che si è espresso in questi giorni sui giornali. E’ vero che i rosanero hanno avuto un calendario tra i più difficili in assoluto, ma con l’Udinese c’era tutta la possibilità di fare risultato, fallire in un certo modo anche contro il Cagliari potrebbe voler dire non essere in grado di competere su nessun campo. Un problema mentale, ancora prima che tecnico, che lo stesso De Zerbi ha sottolineato giovedì sera e che potrebbe essere risolto velocemente solo da un cambio di allenatore. A Udine è bastato chiamare Delneri al posto di Iachini per dare una svolta, è logico che anche dalle parti di viale del fante ci si cominci a pensare seriamente.

IL CAGLIARI – I sardi hanno costruito la classifica attuale con un filotto di vittorie, due casalinghe contro Sampdoria e Crotone e una in trasferta contro l’Inter, ma vengono da due sconfitte pesanti contro Fiorentina e Lazio (5-3 e 4-1). Non c’è da aspettarsi favori, anzi, la concentrazione davanti al proprio pubblico sarà altissima. La squadra di Rastelli deve a tutti i costi registrare la difesa, la peggiore del campionato. Storari ha incassato ben 23 reti dall’inizio dell’anno, 4 in più del Palermo. In compenso Sau e compagni segnano tantissimo: con 17 gol all’attivo sono il sesto attacco del campionato, meglio di Milan e Fiorentina.

LA FORMAZIONE – Per la partita del Sant’Elia De Zerbi sembra intenzionato a riproporre la difesa a 4, anche in virtù delle indisponibilità di Rajkovic e Gonzalez. Rispetto al 4-2-3-1 di giovedì sera, però, dovrebbe cambiare qualcosa. Il tecnico sembra intenzionato a rinforzare la mediana, rinunciando a uno dei trequartisti. A livello di numeri diventerebbe un 4-3-2-1, quindi una sorta di “Albero di Natale” molto muscolare, con Gazzi in mediana e Chochev tra i rifinitori.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Vincenzo Sparacino - 1 mese fa

    Palermo da incubo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vinci E Mari Tummizan - 1 mese fa

    Anziché un crocevia mi pari na viacrucis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Certo che un titolo così, proprio oggi… complimenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gaetano Covais - 1 mese fa

    È tutto pronto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Lucio Porrazzo - 1 mese fa

    E troveranno un’autostrada davanti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Giuseppe Garofalo - 1 mese fa

    A Cagliari non aspettano altro che farci la festa visto che nell’ultima retrocessione l abbiamo battuti vorranno rifarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy