Baccin rivela: “Il Palermo seguiva Milik. Zamparini? Troppo scetticismo. E su De Zerbi…”

Baccin rivela: “Il Palermo seguiva Milik. Zamparini? Troppo scetticismo. E su De Zerbi…”

Il responsabile del settore giovanile del Palermo svela un retroscena relativo a Milik: “Lo seguivamo quando ancora era in Polonia”.

5 commenti

Il Palermo seguiva Arkadiusz Milik, attuale attaccante del Napoli, nonché tra le rivelazioni dell’inizio di stagione in Serie A.

La conferma arriva dallo stesso responsabile del settore giovanile dei rosanero, Dario Baccin. “Seguivamo Milik, quando ancora giocava in Polonia. Poi però non se ne fece più nulla. Peccato sarebbe stato un bel colpo“, ha raccontato Baccin durante l’evento organizzato al Molo 19 di Cefalù. Quindi un pensiero su Zamparini, che oggi è tornato a parlare per annunciare un imminente accordo con la cordata cinese per la cessione delle quote di maggioranza del Palermo.

Zamparini cederà alla cordata cinese: “Amo Palermo, ma metto un punto. Entro un mese l’accordo”

“C’è molto scetticismo intorno all’operato del presidente Zamparini – le parole di Baccin -. Di certo, il presidente rosanero è una figura di estrema importanza per il club di Viale del Fante e quello successo negli ultimi anni non può di certo cancellare tutto quello fatto nelle annate passate. De Zerbi è stata una grande scommessa del presidente. I risultati gli stanno dando sicuramente ragione”, ha aggiunto il responsabile del settore giovanile del club rosa da quanto riportato da Tuttomercatoweb. “Palermo è l’ambiente ideale per poter lavorare senza troppe pressioni. E’ stato un piacere aver ritrovato Faggiano in Sicilia con cui ho costruito un ottimo rapporto. Lavoriamo quotidianamente per il bene del club. Durante il mercato i movimenti sono tanti. Bisogna, però, prendere in considerazione diversi fattori soprattutto economici. Rimpianti? Non troppi. Ho ricevuto qualche offerta, ma non ho mai nascosto il fatto che a Palermo mi trovo benissimo e sono concentratissimo per far bene in Sicilia. Del mio futuro ne parleremo più avanti con la società. Per il momento è assolutamente prematuro affrontare questi discorsi. In rosa ci sono giovani di grande prospettiva. Pezzella, ad esempio, ha un contratto che lo lega al club rosanero per altri tre anni e sarà uno dei punti fermi del nuovo Palermo. Non è da meno neanche Fulignati, così come Bentivegna e tanti altri. E’ importante per un ragazzo quando si passa in prima squadra non avere troppe pressioni“.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vincenzo palumbo - 2 mesi fa

    Il presidente ha 1000 difetti ma di calcio ne capisce e come,peccato che fra le sue convinzioni più assurde e che tutto quello che è diversamente diverso dal cognome che porta sia inferiore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fabrizio Inserillo - 2 mesi fa

    Dovrebbero arrestarvi per stalking, dite di seguire tutti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Franco Caldo - 2 mesi fa

    Non solo seguire ma….. comprare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Armando Marascia - 2 mesi fa

    Seguivamo pure Simeone…..arujo…..noi li seguiamo,gli altri li prendono

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Francesco Guidera - 2 mesi fa

    Il Palermo segue tutti ma un pigghia nuddu .. che stiano zitti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy