CROTONE-PALERMO 1-1, LE PAGELLE DI MEDIAGOL. Nestorovski firma il pareggio. De Zerbi è già un fattore

CROTONE-PALERMO 1-1, LE PAGELLE DI MEDIAGOL. Nestorovski firma il pareggio. De Zerbi è già un fattore

I rosanero hanno affrontato il Crotone nella quarta giornata di Serie A: le pagelle degli uomini di De Zerbi.

7 commenti

DIFESA

Di Mariano Calò

E’ già evidente la mano di Roberto De Zerbi sul Palermo. I rosanero hanno messo in mostra un possesso palla notevole, pur faticando drammaticamente per i primi 45 minuti a costruire reali occasioni da gol. Nella ripresa il cambio di modulo ha dato modo a Rispoli ed Aleesami di spostare gli equilibri e mettere nelle condizioni Nestorovski di incidere. Il pareggio, sostanzialmente giusto, darà modo al tecnico di continuare a lavorare con più serenità in vista dell’impegno infrasettimanale con l’Atalanta.

POSAVEC 6
Prestazione positiva del croato. Il Crotone non lo impegna tantissimo, ma dove può ci mette una pezza. Sul gol subito ha poche responsabilità.

RISPOLI 6,5
Una spina nel fianco per il Crotone. Il terzino rosanero in fase offensiva è monumentale. Mezzo punto in meno perché sul gol del vantaggio del Crotone lascia scattare Trotta a rincorrere un pallone che avrebbe anche potuto raggiungere per primo se solo ci avesse creduto.

GONZALEZ 5,5
Soffre Trotta e Falcinelli e sul gol del vantaggio calabrese non legge bene la pennellata di Palladino. E’ la sua prima partita da titolare dopo un’estate tribolata per via del calciomercato, può essere un fattore decisivo, ma deve fare di più.

RAJKOVIC 5
Non è esente da colpe sul gol di Trotta, quando lui e Gonzalez si perdono Falcinelli. A tratti in imbarazzo anche in fase di impostazione, esce dopo il gol subito senza potersi riscattare.

GOLDANIGA (dal 25’ p.t.) 5,5
Fatica a frenare le iniziative dei calabresi, ma regge. Quando si lascia andare al palleggio e alla costruzione del gioco rischia la frittata.

ALEESAMI 7
Buona prova del norvegese. Impreciso nel primo tempo, non brilla quando c’è da fare la fase difensiva. Nella ripresa De Zerbi lo fa partire qualche metro più avanti e lui ringrazia con una lunga serie di devastanti discese sulla fascia. Suo l’assist per Nestorovski.

ANDELKOVIC(dal 40’ s.t.) SV

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. salvo - 3 mesi fa

    si,si, ma primo punto perso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. marcus2 - 3 mesi fa

    La cosa peggiore che potesse succedere e che abbia segnato Nestorovski perché da oggi la squadra non avrà più bisogno di essere rinforzata in attacco dato che adesso abbiamo trovato il nuovo Toni .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. kmx - 3 mesi fa

    Un po’ di logica: se la squadra dimostra di giocare meglio col 3-4-3 bisognerebbe dire che è la squadra di Ballardini visto che era il modulo base con cui si è lavorato in ritiro. Non voglio togliere nulla a De Zerbi, ma lui è arrivato con l’idea del 4-3-3 e ha iniziato a Pescara col 4-3-2-1. Sul possesso palla dovremmo essere chiari: appena non tieni il ritmo o giochi venti metri più indietro diventa giro palla orizzontale e così non si crea molto. Ovvio che questo dipende anche dai giocatori e dalla società: se non hai nessuno che taglia o si smarca far ripartire l’azione dal portiere o dai centrali non serve a molto. Un dubbio: visto che Gazzi (che fa gli straordinari e ci mette sempre una pezza) non è Mascherano non sarebbe meglio fare giocare davanti la difesa Henrique? Certo rinunci agli inserimenti ma mi sembra l’unico che ha capacità di palleggio e (forse) verticalizzazione. Una domanda: Bentivegna? Perché aspettare che Sallai si adatti? Bentivegna conosce già il campionato, vede più la porta e può essere più decisivo soprattutto in un 4-3-2-1

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Silipo - 3 mesi fa

    A De Zerbi 5, con Ballardini avremmo vinto. Ancora troppo “Provinciale”!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Santo Dolce - 3 mesi fa

    È già un fattore nel senso che tra poco lo mandano a coltivare la terra. Non puoi togliere diamanti e mettere andelkovic (che dopo pochi minuti si farà subito ammonire) quando sai che devi vincerr uno scontro diretto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto-Londra - 3 mesi fa

      Concordo. Neanche a me e’ sembrata una mossa azzeccata.
      In difesa forse e’ meglio riproporre Vitiello. In attacco a tratti i giocatori si pestavano i piedi. Troppi nella stessa zona di competenza. Buon pressing.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Crazyhorse - 3 mesi fa

      Assolutamente d’accordo…era una partita da vincere!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy