Palermo-Padova, Zamuner: “Mi sento responsabile di quello che sta succedendo, il mio obiettivo…”

Palermo-Padova, Zamuner: “Mi sento responsabile di quello che sta succedendo, il mio obiettivo…”

Il direttore sportivo del Padova, Giorgio Zamuner, sul futuro societario del club biancoscudato: “Rescissione? Mai in considerazione questa ipotesi”

La corsa per la Serie A si accende.

Il Brescia corre spedito verso la massima serie: lunedì sera, gli uomini di Eugenio Corini hanno vinto a Livorno nel posticipo della 33esima giornata di Serie B. Con questo successo, la squadra lombarda vola a quota 60 punti in classifica, 3 in più del Lecce, secondo con 57 punti ma che deve ancora riposare, e al terzo posto a 56 punti c’è, invece, il Palermo che ha una partita in meno rispetto ai saletini.

Nel lunedì di Pasquetta, le Rondinelle ospiteranno la Salernitana, i giallorossi giocheranno a Perugia, e i rosanero ospiteranno il Padova, impegnato a programmare la prossima stagione, quasi sicuramente in Serie C, visto la penultima posizione in classifica.

Tra i personaggi che potrebbero lasciare il club biancoscudato, il direttore sportivo Giorgio Zamuner, che intervenuto ai microfoni del “Corriere del Veneto”, guarda al presente, smentendo le voci di una possibile rescissione: “Nè io e nè la società abbiamo preso in considerazione questa ipotesi. Ammetto che mi sento responsabile di quello che sta succedendo ovviamente, ho ritenuto di non andarmene a stagione in corso perché mi sarebbe sembrata una fuga, era come abbandonare una barca che poteva ancora non affondare”.

“Da parte mia attendo la fine di questo campionato – spiega – ma sono sereno, nel senso che se il presidente dovesse decidere di cambiare ne prenderei atto e valuterei altre soluzioni per il mio futuro. Ho un altro anno di contratto, mi piacerebbe restare per provare a riportare subito la squadra in B come abbiamo fatto lo scorso anno – conclude Zamuner –“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy