ZAMPARINI: “Non faccio affare coi procuratori…”

ZAMPARINI: “Non faccio affare coi procuratori…”

Maurizio Zamparini, nel corso di un’intervista rilasciata a Repubblica, ha parlato del suo rapporto conflittuale con gli agenti dei calciatori. “Non mi può vedere nessuno.

Commenta per primo!

Maurizio Zamparini, nel corso di un’intervista rilasciata a Repubblica, ha parlato del suo rapporto conflittuale con gli agenti dei calciatori. “Non mi può vedere nessuno perché io i procuratori li detesto. Perché non ho mai avuto rapporti con loro. Non sopporto fare un affare nel quale una società deve pagare direttamente al procuratore una commissione sull’ingaggio di un calciatore che poi è l’assistito dello stesso procuratore – ha siegato Zamparini -. Per superare il problema un procuratore spesso crea una società parallela alla sua e così può intascare la percentuale sul trasferimento. E’ quello che è successo con Simonian in occasione della cessione di Pastore al PSG? È vero: in quella occasione la Fifa aveva assicurato che cose del genere non sarebbero più avvenute e invece continuano a succedere. Tutto perché la Fifa ha come competente il tribunale dello sport svizzero e la legislatura svizzera che, in questa materia, ammette che un uomo possa avere dei diritti su di un altro uomo. Insomma come ai tempi della schiavitù. Occorre darsi delle regole. Quelle regole che solo in Italia e in Sudamerica ancora non ci vogliamo dare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy