V.MIGLIACCIO:”Chiude carriera rosa,poi dirigente”

V.MIGLIACCIO:”Chiude carriera rosa,poi dirigente”

Soltanto una decina di giorni fa Giulio Migliaccio ha prolungato di un altro anno il suo contratto con il Palermo, prima in scadenza nel 2013 e ora prorogato fino al 2014. Recenti sono le.

Commenta per primo!

Soltanto una decina di giorni fa Giulio Migliaccio ha prolungato di un altro anno il suo contratto con il Palermo, prima in scadenza nel 2013 e ora prorogato fino al 2014. Recenti sono le dichiarazioni in cui lo stesso centrocampista rosanero dice di considerare Palermo un punto di arrivo e rivela di voler chiudere in Sicilia la sua carriera. Questo il pensiero in proposito del fratello, Vincenzo Migliaccio, anche lui giocatore e difensore del Taranto. “Nel calcio tutto è possibile, ma a lui piace tantissimo Palermo, come società, città ed ambiente. Mai dire mai, ma penso di poter tranquillamente dire che difficilmente si sposterà – ha spiegato il fratello Vincenzo ai microfoni di Mediagol.it – Ogni domenica suda la maglia, dando l’impossibile per questi colori. Si trova benissimo in città, figuratevi che a detta sua somiglia tantissimo a Napoli. Anche la famiglia si trova molto bene. La speranza è che lui possa raggiungere obiettivi importanti con il Palermo, una coppa o un trofeo”. Quando un calciatore smette di giocare, spesso inizia una nuova carriera e su quella che un giorno potrebbe attendere Giulio Migliaccio, il fratello Vincenzo ha pochi dubbi. “Se lo vedo più dirigente o allenatore? Sicuramente più direttore. E’ uno tosto, quando vuole una cosa l’ottiene. La figura che nel calcio deve essere forte è quella del dirigente, per questo lo vedrei bene in quel ruolo. Poi nel calcio è tutto possibile…”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy