THUN-PALERMO 1-1: LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT

THUN-PALERMO 1-1: LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT

BENUSSI 5,5 – Subisce un solo tiro in porta ed è il gol che porterà alleliminazione. Lezcano gli tira addosso, ma la palla gli passa tra le gambe. MUNOZ 5,5 – Gioca una gara.

Commenta per primo!

BENUSSI 5,5 – Subisce un solo tiro in porta ed è il gol che porterà alleliminazione. Lezcano gli tira addosso, ma la palla gli passa tra le gambe. MUNOZ 5,5 – Gioca una gara discreta, dalle sue parti si rischia raramente, ma commette un errore davvero banale lasciandosi anticipare in occasione del gol del pareggio. BOVO 5,5 – Gara ordinata, quella del centrale romano, che nel primo tempo sfiora anche il gol su punizione. Anche lui, però, sbaglia sul gol dell1-1, stringendo sul primo palo e dimenticandosi di Lezcano. MANTOVANI 6 – Fin quando la difesa è schierata a tre soffre della giornata no di Balzaretti, ma tiene discretamente. Da terzino bada più a contenere che a spingere: se la cava, ma viene bucato dal cross che fa partire lazione che risulterà fatale ai suoi. CASSANI 5 – Parte bene, esibendosi in un paio di diagonali difensive apprezzabili e non lesinando il suo apporto in avanti, ma cala alla distanza, facendosi notare per diversi errori evitabili in fase di appoggio. MIGLIACCIO 5 – Il racconto della sua gara potrebbe limitarsi ad una sola constatazione, per chi conosce i suoi standard di rendimento: non prende una sola palla di testa. Ma non è tutto qui, perché lincontrista campano viene sempre preso in mezzo dai rapidi palleggiatori elvetici, che non riesce a fermare nemmeno con il fallo. ACQUAH 6 – Primo tempo inguardabile. Commette solamente falli a ripetizione, e più volte viene graziato dallarbitro che gli risparmia il giallo. Nella ripresa, tornato nella posizione che più lo mette a suo agio, è forse in assoluto il migliore dei rosa, tamponando con tenacia e mantenendo sempre la giusta lucidità. BALZARETTI 5 – Rara serata no, per lesterno rosanero. Viene messo più volte in croce dallo sgusciante Andrist, che manifesta una condizione fisica superiore almeno del doppio. ILICIC 4,5 – E lunico che può ispirare il gioco offensivo della squadra di Pioli, perché in mancanza di regista ci si affida al calciatore di talento e capace di creare gli spazi. A sprazzi questo lavoro lo fa anche bene, ad esempio imbeccando Gonzalez con un gran corridoio in verticale. Ma quando cè bisogno della sua inventiva per rimettere in piedi la qualificazione diventa irritante, non indovinando più una giocata che sia una. Questo Palermo, così costruito, ha bisogno di un altro Ilicic. GONZALEZ 5,5 – Sbaglia un gol quasi fatto e segna quello dellillusione. Per tutto il resto del tempo galleggia in campo senza mai incidere. MICCOLI 5 – Il mestiere della prima punta non è il suo. A turno ci hanno provato Zenga, Rossi e adesso Pioli, sempre con risultati molto modesti. Inoltre lui non è in grande condizione, e la squadra non lo supporta a dovere. Fatto è che non indovina un uno contro uno, e si fa vedere solo per la caparbietà che porterà al gol di Gonzalez. NOCERINO 5,5 – Entra e sembra voler spaccare il mondo, dopo essere stato lasciato fuori a sorpresa. Con lui e con la diversa impostazione tattica, il Palermo sembra migliorare molto. Il problema è che questa furia dura solamente un quarto dora, che non purtroppo non è bastato. ZAHAVI sv. – Prova un paio di serpentine interessanti, corre parecchio, ma poca sostanza. BERTOLO sv. – Riapparso dopo più di un anno e piazzato sulla destra. PIOLI 5 – Deve decidere seriamente cosa deve diventare da grande. Non può oscillare con questa disinvoltura tra il modulo che ha studiato per un mese e uno che sa essere più collaudato. Si rischia di mandare in confusione la squadra. Intanto, seppur con tutti gli alibi del caso, il primo obiettivo stagionale se nè già andato via. A cura di Fabio Corrao

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy