Serie A: Fiorentina-Bari 2-1, viola non più ultimi

Serie A: Fiorentina-Bari 2-1, viola non più ultimi

Torna alla vittoria la Fiorentina di Sinisa Mihajlovic, nell’anticipo dell’ottava giornata di campionato contro il Bari. Al “Franchi” di Firenze, decidono le reti di Donadel al.

Commenta per primo!

Torna alla vittoria la Fiorentina di Sinisa Mihajlovic, nell’anticipo dell’ottava giornata di campionato contro il Bari. Al “Franchi” di Firenze, decidono le reti di Donadel al 33’ (bravo il centrocampista gigliato a superare l’estremo difensore biancorosso Gillet con un tiro-cross che, di fatto, ha ingannato il portiere francese, convinto che la sfera potesse terminare sul fondo), Gilardino (stop e tiro sottoporta, dopo una parata del portiere avversario su conclusione di Ljajic) e del palermitano Parisi (colpo di testa sugli sviluppi di un calcio dangolo). Tre punti ‘scaccia-crisi’ dunque per la compagine viola, reduce da due sconfitte consecutive contro Palermo e Sampdoria, ma non proprio convincente sotto il piano del gioco. La cronaca: l’ex tecnico del Catania Mihajlovic si affida al 4-2-3-1, con Ljajic, Marchionni e l’ex rosanero Santana a ‘coprire’ Gilardino; classico 4-4-2 per i ‘galletti’ di Ventura, vogliosi di far risultato dopo il passo falso casalingo di domenica scorsa contro la capolista Lazio. Partenza sprint dei biancorossi, e prima azione favorevole al Bari, ma l’esterno Alvarez non riesce a trovare un compagno al centro dell’area. Subito però, la formazione di casa prende le misure agli ospiti riuscendo minuto dopo minuto ad aggredire gli spazi e proporsi con interessanti azioni d’attacco: ne è un esempio l’occasione capitata a Marchionni al minuto 25, sprecone nella circostanza il centrocampista non approfittando di un ghiotto assist di Ljajic a pochi passi da Gillet, attento a salvare su un tiro rasoterra. Il gol del vantaggio, però, non tarda ad arrivare: azione personale dell’ex Parma Marchionni e palla a Donadel che, dal vertice destro dell’area di rigore, tenta una conclusione che beffa Gillet sul palo alla sua destra. Potrebbe subito raddoppiare la Fiorentina, con Montolivo (potente conclusione dalla distanza) ma un attento Gillet evita il doppio svantaggio. Il secondo tempo è caratterizzato dal nervosismo: tanti i cartellini gialli ‘sventolati’ da Morganti durante i primi venti minuti della ripresa, utili per abbassare il livello di nervosismo sul terreno di gioco. Il raddoppio dei viola arriva ad otto minuti dal termine: azione personale di Ljajic, il serbo prova la conclusione a giro dalla destra che trova la respinta di Gillet, ma un più che lesto Gilardino da pochi passi ha insaccato, facendo gioire il pubblico di casa. Al 90, la rete delluno a due barese, firmata dallex palermitano Parisi, con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio dangolo. Troppo tardi per gli uomini di Ventura però, costretti alla sconfitta in quel di Firenze. Felice il numero 11 viola Alberto Gilardino al termine della gara “Era importante stasera vincere, direi fondamentale, soprattutto in casa. Una bella prova, mia e dei compagni. Confermare il nostro tecnico? E’ fondamentale,. L’’ho sempre detto in questi mesi, bisognava avere pazienza. Sta svolgendo un grandissimo lavoro, e come accade in queste situazioni bisogna saper aspettare. Torneremo quelli di un tempo, sono molto fiducioso”. I viola raggiungono così proprio il Bari a quota 8 in classifica, lasciando momentaneamente la coda della classifica in attesa delle gari di domani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy