Pulvirenti a Mediagol: “Vi presento il mio Catania”

Pulvirenti a Mediagol: “Vi presento il mio Catania”

Torna il fine settimana e con esso il Campionato Primavera “Giacinto Facchetti”: al “Cus – Campo Universitario Sportivo” di Via Altofonte sarà di scena il derby tra.

Commenta per primo!

Torna il fine settimana e con esso il Campionato Primavera “Giacinto Facchetti”: al “Cus – Campo Universitario Sportivo” di Via Altofonte sarà di scena il derby tra Palermo e Catania. Mediagol.it ha intervistato in esclusiva il tecnico della compagine rossoazzurra, Giovanni Pulvirenti. I “cugini” etnei stanno attraversando un buon momento di forma e sono reduci da una vittoria importante in casa (5-0 al Crotone, ndr). “Le vittorie aiutano sempre a crescere ma anche dalle sconfitte c’è molto da imparare, in ogni caso la settimana di allenamento che vivi non deve essere mai condizionata dalle vittorie nè dalle sconfitte ma deve essere sempre motivo di crescita e miglioramento giorno per giorno, senza mai perdere questo punto di vista – ha spiegato Pulvirenti, che si è poi soffermato sull’attuale condizione fisica della squadra e su eventuali defezioni – Di solito non ne facciamo un problema, siamo abituati a lavorare con tutti i ragazzi senza pensare con insistenza agli indisponibili, lavoriamo con la rosa che abbiamo a disposizione di settimana in settimana”. Come in ogni derby che si rispetti, sono due le partite giocate in contemporanea: quella in campo, ma soprattutto, sugli spalti. “Non vorrei che si cercasse di strumentalizzare queste partite, di certo i ragazzi sono contenti quando si gioca in una cornice ricca di pubblico ma non perdiamo mai di vista che sono i ragazzi a scendere in campo e devono mantenere la massima concentrazione”. Parole d’elogio anche per i due tecnici attualmente sulla panchina rosanero. “Conosco Capodicasa perché da tanti anni ci incontriamo nei campi, ci siamo incontrati anche a Coverciano, so che è una persona molto equilibrata. Beggi non l’ho mai incontrato nei campi ma so perfettamente che ha fatto benissimo al Milan e che lavora sempre in squadre di grande qualità”. Vassallo, Bollino, Sanseverino e Zerbo, sono alcuni dei talenti palermitani che più si stanno mettendo in mostra nel Campionato Primavera “Giacinto Facchetti” a suon di gol e assist. “Conosco tutti questi nomi che avete citato, ma non dimentico nemmeno ragazzi come Prestia, Cristofari, De Vita, Micai, Di Chiara. Sono tutti giocatori importanti, ognuno con le proprie caratteristiche, personalità e qualità. Poi cè anche Barberis, diciamo che li conosco tutti bene, li ho visti giocare e posso soltanto dire che l’intero organico del Palermo ha un grandissimo valore complessivo”. di Alberto Giambruno

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy