Primavera, Marson: “Possiamo vincere lo scudetto, mai pensato d’andar via da Palermo”

Primavera, Marson: “Possiamo vincere lo scudetto, mai pensato d’andar via da Palermo”

L’intervista al portiere della Primavera rosanero.

Commenta per primo!

Una giornata ancora di Regular Season e poi ci si concentrerà sulle Final-Eight.

La Primavera del Palermo sa, da due turni ormai, di essere aritmeticamente tra le migliori otto squadre italiane e vorrà giocarsi il titolo fino alla fine.

Primavera, le Final-Eight: sede, date e diretta tv. Tutte le info per seguire il Palermo di Bosi

Tra i leader della squadra di Bosi, l’estremo difensore Leonardo Marson: classe ’98, il portiere di origini friulane ha già ricevuto alcune convocazioni in Prima Squadra, anche se attende ancora il suo esordio in Serie A. “Ad inizio campionato non eravamo partiti benissimo, con tre punti nelle prime cinque gare, poi la mentalità è cambiata, soprattutto negli allenamenti – ha raccontato Marson ai microfoni di Sportitalia -. La cattiveria agonistica ha fatto la differenza. Siamo contenti e orgogliosi di quanto fatto al Torneo di Viareggio, ma difficilmente ci dimenticheremo la sconfitta in finale contro la Juventus. Siamo comunque una squadra forte e ci riprenderemo. Ne abbiamo eliminate parecchie al Viareggio, non vedo perché non possiamo ripeterci anche in questa occasione. E’ tutto alla nostra portata, secondo me possiamo vincere lo scudetto”. Le origini sono friulane e con l’Udinese c’è un legame speciale… “Ma io non ho mai pensato di andar via da Palermo per vestire la maglia dell’Udinese – ha tenuto a precisare subito Marson -. Sono concentrato sui rosanero e penso ogni giorno solo a far bene qui. Nel calcio mai dire mai: ovviamente mi farebbe piacere giocare con la squadra della mia città, ma potrei anche chiudere la carriera qui in Sicilia”. Ultima chiosa sulla Nazionale: a marzo è arrivata la prima convocazione con l’Under-18 del selezionatore Roberto Baronio. “La Nazionale l’avevo tra gli obiettivi personali e la convocazione è stata una sorpresa. Poter vestire per due volte la maglia azzurra è stato davvero bello“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy