PERINETTI: “Zeman il mio tecnico ideale, ma lui…”

PERINETTI: “Zeman il mio tecnico ideale, ma lui…”

“Zeman? Ai tempi della Roma lo scelsi per portare la cultura del lavoro a Trigoria. Fu una mossa felice, il suo lavoro è stato propedeutico alle vittorie di Capello. Sensi non capiva la.

Commenta per primo!

“Zeman? Ai tempi della Roma lo scelsi per portare la cultura del lavoro a Trigoria. Fu una mossa felice, il suo lavoro è stato propedeutico alle vittorie di Capello. Sensi non capiva la scelta, ma ho avuto ragione. Devo dire che nella scelta degli allenatori sono stato sempre abbastanza fortunato e non mi sono mai preoccupato di quello che si poteva dire. Penso sempre di scegliere per quello che uno può dare in campo. Non importa che una persona sia popolare, ma utile alla squadra”. Così il consigliere damministrazione del Palermo Giorgio Perinetti a “TMW Magazine” sul tecnico boemo, fortemente voluto sulla panchina giallorossa nonostante i trascorsi alla Lazio. “Zeman incarna il mio tipo di allenatore ideale: è propositivo, per me il calcio è fare un gol in più dell’avversario e Zeman migliora i giocatori anche sul piano individuale. Ma ha il suo modo di lavorare – ha spiegato Perinetti -, bisogna capire dove lavorare e in che modo la società può sposare il suo progetto. Bisogna prenderlo com’è e quando si sceglie di prendere Zeman occorre valutare bene tante cose”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy