Perinetti: “Venezia? Società solida. Non mi spaventa ripartire dalla D, è un’esperienza che mi stimola”.

Perinetti: “Venezia? Società solida. Non mi spaventa ripartire dalla D, è un’esperienza che mi stimola”.

Dopo l’esclusione dalla Lega Pro, il Venezia ripartirà dalla Serie D. Ma non solo. Guiderà la nuova società una cordata americana che si affiderà, salvo sorprese,.

Commenta per primo!

Dopo l’esclusione dalla Lega Pro, il Venezia ripartirà dalla Serie D. Ma non solo. Guiderà la nuova società una cordata americana che si affiderà, salvo sorprese, all’esperienza di Giorgio Perinetti. “I programmi degli imprenditori americani sono seri, oculati e futuribili. A me non è mai piaciuto il termine ‘progetto’, che viene usato troppo spesso e a sproposito, però la nuova società è solida e lo dimostrerà con i fatti, senza tanti proclami o tante promesse. Sono stato contattato nei giorni scorsi dalle persone che hanno coordinato poi la proposta al sindaco Brugnaro. Ho dato la mia disponibilità a collaborare con loro proprio perché sono persone più che affidabili, io ne conosco un paio e posso garantire per loro – ha dichiarato l’ex Palermo a La Nuova Venezia -. Adesso vediamo di concretizzare ufficialmente. Ho fatto tantissimi anni tra i professionisti, in grandi club e ad altissimo livello, però non mi spaventerebbe ripartire dalla serie D proprio perché i programmi sono proiettati al futuro. Sarebbe un’esperienza stimolante e accattivante allo stesso tempo. Non conosco tutti i componenti della cordata americana, ma sono sufficienti quelli che conosco per avere la certezza della serietà di questa proposta sportiva. Non guardo la categoria, ma i programmi e la solidità della società, come si può intuire anche dal capitale sociale di due milioni di euro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy