Pellissier: “Sciopero? Una sola giornata non serve”

Pellissier: “Sciopero? Una sola giornata non serve”

E’ di qualche ora fa l’ufficializzazione dello sciopero proclamato dai giocatori della massima serie per il weekend 11-12 dicembre (quello che avrebbe incluso l’anticipo delle 18.00 tra Palermo e.

Commenta per primo!

E’ di qualche ora fa l’ufficializzazione dello sciopero proclamato dai giocatori della massima serie per il weekend 11-12 dicembre (quello che avrebbe incluso l’anticipo delle 18.00 tra Palermo e Parma). L’attaccante del Chievo Verona Sergio Pellissier, intervistato da “Tmw” si è soffermato su questa sospensione del campionato. “Credo che in queste norme ci siano delle cose non giuste. Ci sono regole particolari ed esagerate, come il discorso dei fuori rosa e dei trasferimenti a tutti i costi a società di pari livello. Se non sei nei piani della società loro ti trovano una squadra di pari livello, ad esempio che lotta per la salvezza o per l’Europa League e tu sei obbligato ad andarci senza poter dire di no – ha spiegato l’attaccante clivense – Io non so come sia andata oggi, ma posso dire che siamo arrivati allo scontro perché per ora non ci sono venute incontro le società. Su alcune regole noi possiamo sorvolare, ma su altre no. Lo sciopero per una giornata, a mio avviso, non serve proprio a niente, bisognerebbe farlo ad oltranza fino a quando non ci vengono incontro anche perché, con una sola giornata, non si risolve il problema e rischiamo di passare male davanti all’opinione pubblica che è stata poco informata sulla vicenda. La gente non conosce i reali motivi dello sciopero, dietro ci sono regole per noi molto importanti che calpestano i nostri diritti e ci ledono”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy