PALERMO, PARI E RIMPIANTI A LECCE DISCRETA PROVA DEI ROSANERO DI MUTTI CHE MANTENGONO LE DISTANZE DAI SALENTINI

PALERMO, PARI E RIMPIANTI A LECCE DISCRETA PROVA DEI ROSANERO DI MUTTI CHE MANTENGONO LE DISTANZE DAI SALENTINI

di Fabio Corrao La partita di Lecce era fondamentale per i destini del campionato del Palermo. Se i rosanero avessero perso contro i salentini di Cosmi sarebbero entrati in una sorta di buco nero.

Commenta per primo!

di Fabio Corrao La partita di Lecce era fondamentale per i destini del campionato del Palermo. Se i rosanero avessero perso contro i salentini di Cosmi sarebbero entrati in una sorta di buco nero dalle potenziali conseguenze disastrose, per questo limperativo era tornare in Sicilia con almeno un punto. Missione riuscita anche se resta da capire se si può parlare di occasione persa o di buon pareggio di cui fare tesoro. Mutti sbarca in Puglia con lo spettro dellesonero e senza giocatori essenziali quali Miccoli, Barreto e Silvestre, e opta per un 3-5-1-1 che si specchia con il modulo adottato dai giallorossi. La partenza è shock, con lennesima ingenuità di Munoz che però rimedia siglando il pari e si dimostra uno dei migliori dei suoi per tutto il resto del match. Al Palermo è mancato il dovuto cinismo e la cattiveria sotto porta, inoltre è mancata la lucidità di Bertolo che compie una vera e propria stupidaggine che impedisce ai rosanero di giocarsi tutta la ripresa con luomo in più. E una annata strana in cui tutto sembra girare in modo ondivago. La squadra ha perso autostima e non produce gioco, si limita a vivacchiare e non riesce a trasformare le proprie debolezze in punti di forza. A ciò si aggiunge la considerazione che i ricambi non sono allaltezza dei titolari sopra citati e che qualche uomo che in passato faceva la differenza fa fatica a ritrovarsi. A conti fatti limportante era mantenere nove punti di vantaggio sul Lecce con una partita in meno da giocare. Questo pareggio ha evitato lennesima rivoluzione condita da probabili crisi di nervi e già dalla prossima gara, contro lUdinese di Guidolin, lobiettivo dovrà necessariamente essere il ritorno ad una vittoria che latita da troppo tempo. Il problema a questo punto non è solamente una classifica mediocre ma anche un entusiasmo che va sempre più scemando di partita in partita e che invece, per una squadra come il Palermo, è patrimonio preziosissimo forse ancor più dei valori tecnici e del pareggio di bilancio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy