MICCICHÈ: “Sabatini orgoglioso, meditava addio…”

MICCICHÈ: “Sabatini orgoglioso, meditava addio…”

“Non c’è dubbio che perdere Walter Sabatini è stato doloroso per tutti, non solo per me che avevo con lui un ottimo rapporto, ma anche per quadri tecnici e giocatori che avevano in.

Commenta per primo!

“Non c’è dubbio che perdere Walter Sabatini è stato doloroso per tutti, non solo per me che avevo con lui un ottimo rapporto, ma anche per quadri tecnici e giocatori che avevano in lui un punto di riferimento. Ma non perdiamo il suo lavoro e i progressi fatti perché abbiamo diversi giovani che hanno lavorato con lui e sono pronti a prendere il suo testimone. Certo perdiamo un personaggio importante, grande conoscitore del calcio mondiale e internazionale, ma oggi la struttura-Palermo è all’avanguardia grazie ai tanti giovani, passeremo periodo di transizione e poi verrà un nuovo direttore sportivo”. Lo ha detto a proposito delladdio di Walter Sabatini al Palermo il vicepresidente del club rosanro Guglielmo Micciché, intervistato in esclusiva da Mediagol.it. “Zamparini ha detto che Sabatini non lo sopportava più? Soprattutto si è trattata di una problematica personale e caratteriale. Zamparini con i direttori sportivi vuole avere un rapporto molto franco, a volte anche acceso e spigoloso, ma sempre di grandissima attualità. Walter è un personaggio particolare in questo, un po’ più orgoglioso e timido, non nascondiamo qualche problema personale dello stesso. Walter ha capito che la stagione era ancora lunga e ha preferito fare un passo indietro, ma secondo me era nei progetti di Sabatini chiudere questa esperienza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy