MERCATO: LA SCHEDA DEL MESSICANO MORENO

MERCATO: LA SCHEDA DEL MESSICANO MORENO

Hector Moreno è nato il 17 gennaio 1988 a Culiacan, città di poco meno di un milione di abitanti capitale dello stato di Sinaloa, nel nord est del Messico. Calcisticamente ha mosso i.

Commenta per primo!

Hector Moreno è nato il 17 gennaio 1988 a Culiacan, città di poco meno di un milione di abitanti capitale dello stato di Sinaloa, nel nord est del Messico. Calcisticamente ha mosso i primi passi nel Club Universidad Nacional Autónoma de México, più conosciuto semplicemente come i Pumas. Si è fatto notare nel mondo del calcio soprattutto a partire dal 2005 quando prima ancora di esordire in prima squadra nel suo paese portò la nazionale al trionfo nella Coppa del Mondo Under 17 disputata in Perù. All’epoca occupava già il centro della difesa, ma nell’unica sua apparizione da centrocampista mise a segno un gol contro il Gambia. Fece gol anche contro l’Olanda in semifinale e si contraddistinse come uno dei migliori difensori della competizione. Già agli esordi coi Pumas si fece apprezzare per l’ottimo apporto fornito nonostante i soli 17 anni. Divenne titolare e in due anni e mezzo disputò 44 partite segnando ben 8 reti. A fine 2007 lo ingaggiò l’Az di Alkmaar che lo ebbe a disposizione a partire da gennaio. Nelle 8 presenze della sua stagione d’esordio si segnalò anche per un gol realizzato, confermando il suo feeling con la porta avversaria. Il suo percorso olandese fu un continuo crescendo. Nel 2008-09 giocò 15 partite, segnò una rete e vinse il campionato. L’anno successivo divenne finalmente titolare e realizzò anche 4 gol, vincendo la Supercoppa d’Olanda. Le 27 presenze della stagione passata hanno convinto l’Espanyol a puntare su di lui, che nel frattempo aveva conquistato la sua seconda Gold Cup con la nazionale messicana. Fin dagli esordi considerato un predestinato del calcio messicano, il giovane Hector Moreno è un difensore centrale di grande personalità. Non gli manca molto per essere un centrale completo: è forte in marcatura, bravissimo nel gioco aereo e l’esperienza olandese lo ha migliorato molto dal punto di vista tattico. Ricorda un po’ il primo Thiago Silva, un giocatore dal grandissimo potenziale, capace di giocare anche a centrocampo all’occorrenza, dai piedi buoni, eccellente nel colpo di testa, ma che ogni tanto si specchia un po’ troppo nel suo talento. Ha soltanto 23 anni e qualche stagione in un campionato importante potrà renderlo un elemento di spessore internazionale. Per adesso lo seguono in tanti, anche il Palermo sembra farci un pensierino, ma non sarà facile strapparlo all’Espanyol già a gennaio: gli iberici lo hanno pagato 4 milioni soltanto pochi mesi fa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy