Legge stadi: Ars, ddl per impianti Palermo-Catania

Legge stadi: Ars, ddl per impianti Palermo-Catania

La Regione Sicilia potrebbe anticipare il governo nazionale, in virtù dell’autonomia concessa dallo Statuto speciale, varando una legge per gli stadi. Il primo passo è stato fatto con.

Commenta per primo!

La Regione Sicilia potrebbe anticipare il governo nazionale, in virtù dell’autonomia concessa dallo Statuto speciale, varando una legge per gli stadi. Il primo passo è stato fatto con la presentazione di un disegno di legge all’Assemblea Regionale Siciliana che ha come primo firmatario il deputato dell’Udc Lino Leanza. “Il ddl – spiega Leanza in un’intervista al quotidiano La Sicilia – ha lo scopo di favorire la semplificazione e l’accelerazione delle procedure amministrative per la costruzione degli impianti a Catania e Palermo e la realizzazione dei progetti complessivi delle infrastrutture e delle aree funzionali connesse”. Gli impianti sportivi potranno essere sottoposti a ipoteca a favore dell’Istituto per il credito sportivo a garanzia di eventuali finanziamenti: i Comuni potranno concedere l’esenzione dal pagamento delle imposte su immobili, smaltimento rifiuti, onori di urbanizzazione e costo di costruzione per un periodo non superiore a dieci anni. In cambio lo stadio deve garantire l’equilibrio economico-finanziario della gestione dell’impianto, che deve essere sicuro, funzionale, ecosostenibile e avere spazi pubblici, ricreativi e culturali, aperti a tutti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy