LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT PALERMO-CHIEVO 4-1

LE PAGELLE DI MEDIAGOL.IT PALERMO-CHIEVO 4-1

UJKANI 5,5 – Non troppo sollecitato dagli spuntati avanti clivensi, sembra non esente da colpe nella dormita generale sull’angolo di Rigoni. MUNOZ 5,5 – Come già a Pescara gli.

Commenta per primo!

UJKANI 5,5 – Non troppo sollecitato dagli spuntati avanti clivensi, sembra non esente da colpe nella dormita generale sull’angolo di Rigoni. MUNOZ 5,5 – Come già a Pescara gli avversari attaccano, soprattutto nel primo tempo, dalla sua parte, e lui non appare sempre sicurissimo. DONATI 7 – Che sia questo il ruolo che lo accompagnerà fino alla fine della carriera? Gioca con grande autorità, copre tutte le falle, è preciso ed elegante. Una grande intuizione di Gasperini. MANTOVANI 6 – Gioca un tempo senza demeritare, al rientro dopo un paio di partite in naftalina. MORGANELLA 6 – Spinge molto, partecipa con costanza all’azione offensiva. Non sempre puntuale in ripiego. RIOS 6 – A lui e a Barreto, con i tre giocatori di fantasia in avanti, è chiesto di arginare, di fare da cerniere davanti alla difesa. Se la cavano abbastanza bene. BARRETO 6 – Come detto, gara di fatica. Talvolta è impreciso negli appoggi, ma nel complesso gioca una partita utile e sufficiente. GARCIA 5,5 – Non convince ancora appieno, l’esterno argentino. Ha buoni tempi di inserimento ma raramente riesce ad indovinare un cross degno di tal nome. Dietro se la cava. BRIENZA 6 – Sfortunato e ingenuo, rimedia due gialli e lascia in dieci i suoi, facendo intravedere spettri oscuri agli spettatori del Barbera. Disputa un buon match, si cerca spessissimo con Ilicic e Miccoli. Non sembra fisicamente al top, ma i segnali, espulsione a parte, sono incoraggianti. ILICIC 6,5 – Parte maluccio, sbagliando qualche passaggio di troppo. Non si abbatte e cresce alla distanza. Non sopraffino, non ancora il vecchio Iliciclone, mette però tanta sostanza al suo gioco. MICCOLI 10 – La perfezione, la luce fuori dal nerissimo tunnel, l’incanto, il prezzo del biglietto, la conferma che il calcio è tanto amato nel mondo perché sono esistiti, esistono ed esisteranno giocatori come lui. Vince quasi da solo una partita fondamentale con tre perle, l’ultima delle quali farà più volte il giro del pianeta. Una domanda: è questo il giocatore quasi finito, acciaccato, che dovrebbe giocare solo negli ultimi quindici minuti? Il campo non ama interrogativi lasciati sospesi, risponde sempre. GIORGI 6,5 – Si cala nella contesa con ottimo piglio, sulla sinistra si dà un gran da fare, salta l’uomo, cerca i compagni, e trova il gol con un pregevolissimo tocco sotto a suggellare l’ennesimo capolavoro di Miccoli. Sorpresa positiva. KURTIC Sv. – Pochi minuti nel finale. HERNANDEZ Sv. – Entra per concedere la meritatissima standing ovation al capitano. GASPERINI 7 – I passi avanti, malgrado i risultati negativi, si erano già visti contro Atalanta e Pescara. Il processo di evoluzione prosegue, partendo da scelte felici, come l’intuizione di Donati al centro della difesa, che aveva già dato esiti incoraggianti, e la scelta di far giocare Miccoli dal primo minuto a dispetto dei santi. Legge bene i momenti della gara, non spunta la squadra una volta rimasto in dieci. Chievo travolto, e da oggi potrebbe iniziare un nuovo campionato. A cura di Fabio Corrao

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy