IL CSKA FA ANCORA PAURATutto sui russi che hanno schiantato il Palermo nella gara d’andata

IL CSKA FA ANCORA PAURATutto sui russi che hanno schiantato il Palermo nella gara d’andata

Mediagol.it vi ripropone un’ampia descrizione della compagine russa che stasera il Palermo affronterà nel quarto turno di Europa League cercando di riscattare il 3-0 dell’andata. MENTALITA.

Commenta per primo!

Mediagol.it vi ripropone un’ampia descrizione della compagine russa che stasera il Palermo affronterà nel quarto turno di Europa League cercando di riscattare il 3-0 dell’andata. MENTALITA OFFENSIVA MA DIFESA SOLIDA – Sembra un paradosso, ma nonostante si tratti di una delle squadre più offensive del campionato russo uno dei cardini dei moscoviti è la difesa, con lottimo Akinfeev che davanti a sé vede schierati un quartetto di difensori che solitamente costituiscono lasse portante anche della nazionale russa. Ignashevich e i gemelli Berezutski assicurano esperienza internazionale e solidità al reparto completato dal giovane terzino Schennikov. La porta resta protetta anche grazie alla granitica diga Mamayev-Šemberas, il primo 22enne promessa del calcio russo, vanta già qualche convocazione in nazionale maggiore, il secondo è uno dei leader della squadra ed è in assoluto il giocatore straniero (è lituano) col maggior numero di presenze nella storia del campionato russo. La fase offensiva è quasi sempre affidata ad un trio di centrocampisti offensivi, la stella giapponese Honda e il cileno Gonzalez, entrambi protagonisti agli ultimi mondiali, si contendono il posto sulla fascia sinistra, mentre a destra il vuoto lasciato da Krasic è riempito dal connazionale Tosic. Il fantasista Dzagoev deve vedersela con la scattante punta Doumbia per il posto di compagno di reparto di Vagner Love. A seconda che giochi il primo o il secondo la formazione moscovita somiglia rispettivamente più a un 4-2-3-1 o a un 4-4-2. SLUTSKY, IL TECNICO PRECOCE – Leonid Viktorovich Slutsky è lattuale tecnico del CSKA. La sua carriera da giocatore terminò prematuramente, a soli 19 anni, per i gravi problemi alla schiena conseguenti alla caduta da un albero da cui stava cercando di recuperare il gatto di un vicino. Le sue 13 apparizioni nel Zvezda Gorodishche rimarranno le uniche da giocatore della sua breve carriera. Nel 2000, a soli 29 anni, ha cominciato la sua carriera da allenatore dellOlimpia Volgograd. Diventa lallenatore delle riserve dellUralan nel 2002, convince la società e diventa allenatore della prima squadra lanno successivo. Lo stesso percorso lo fa tra il 2004 e il 2005 allFC Mosca, non esattamente la prima squadra della capitale, ma lui la porta ad un prestigiosissimo 4° posto. La breve parentesi al Krylia Sovetov termina nel 2009 quando sostituisce Juande Ramos alla guida del CSKA. Il tecnico russo porta i suoi per la prima volta nella storia nella fase ad eliminazione diretta della Champions League ed esce ai quarti dopo aver eliminato il Siviglia agli ottavi. VAGNER LOVE, LIDOLO DEI TIFOSI – Se i più ricercati dellultima sessione di mercato sono stati Honda e Krasic, il primo rimasto a Mosca mentre il secondo è sbarcato a Torino, a fare impazzire i tifosi del club russo è il brasiliano Vagner Love, da anni ormai punta di diamante della squadra e prolifico bomber del campionato russo. Arrivato dal Palmeiras nel 2004 ha segnato il periodo migliore del club portandolo fino al trionfo di Lisbona contro lo Sporting nel 3-1 che valse il primo trofeo europeo della storia. Lidillio sembrava esser finito il 28 agosto 2009, quando venne annunciato il prestito al Palmeiras per permettere al giocatore la ricerca di un posto nella nazionale brasiliana che parteciperà ai Mondiali del 2010 in Sudafrica. Nel gennaio di questanno ha firmato un altro contratto di prestito, stavolta col Flamengo di Adriano. Ma anche questultimo prestito è terminato ed il giocatore ha ripreso a segnare come ha sempre fatto con le sue treccine blu e la maglia del CSKA: 67 gol in totale di cui 8 da quando questa estate è tornato in Russia. Fa spesso parte della Seleção: ha partecipato alla Copa America 2004 e 2007. IL CAMMINO EUROPEO – I russi, primi nel girone a punteggio pieno, continuano a mietere successi europei uno dopo l’altro dall’inizio della stagione. Queste le immagini dei roboanti trionfi dei moscoviti. 19.08.10 – Play-off Europa League: CSKA Mosca – Anorthosis 4-0 (Doumbia 13 , 20; Tošie#263; 48 , 74) 24.08.10 – Play-off Europa League: Anorthosis – CSKA Mosca 1-2 (76 Cafu, 85 Doumbia, 89 Gonzalez) 16.09.10 – Fase a gironi Europa League: Lausanne – CSKA Mosca 0-3 (Love 22, 80, Ignashevich 68) 30.09.10 – Fase a gironi Europa League: CSKA Mosca – Sparta Praga 3-0 (Doumbia 72, 86; González 84) 21.10.10 – Fase a gironi Europa League: Palermo – CSKA Mosca 0-3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy