Foschi: “Munoz, finalmente battiamo Fiorentina”

Foschi: “Munoz, finalmente battiamo Fiorentina”

“Munoz e Toloi? Ritengo siano due grandi colpi. Il primo era addirittura un obiettivo della Fiorentina, l’ unico difensore sudamericano che voleva il mio amico Corvino. Qualora il Palermo riuscisse a.

Commenta per primo!

“Munoz e Toloi? Ritengo siano due grandi colpi. Il primo era addirittura un obiettivo della Fiorentina, l’ unico difensore sudamericano che voleva il mio amico Corvino. Qualora il Palermo riuscisse a prenderlo sarebbe la prima volta che i rosanero ‘strappano’ un giocatore a Pantaleo. Sapete le ‘lotte’ che ci sono state in passato tra Palermo e Fiorentina. Anche Toloi sarebbe un ottimo affare”. Parole d’elogio quindi per quello che dovrebbe essere il prossimo acquisto rosanero, Ezequiel Munoz, e di un altro giocatore spesso accostato al club di Viale del Fante, Rafael Toloi, arrivano direttamente dall’ex direttore sportivo del Palermo, adesso al Padova, Rino Foschi, intervistato in esclusiva da “Mediagol.it”. Foschi ha successivamente proseguito l’intervista, collocando i rosanero fra le possibili pretendenti per un posto in Champions League. “Leggo quotidianamente i giornali e vedo che sono stati effettuati dei grandi acquisti, non solo in difesa ma anche in attacco, penso a Maccarone e Pinilla che si aggiungono a Miccoli e Hernandez. La società si sta muovendo bene ovunque, il presidente Zamparini e Sabatini stanno costruendo un Palermo da sogno, pronto per la qualificazione in Champions. Sono, anzi… siamo sulla strada giusta – ha spiegato Foschi, poi soffermatosi sulle partenze di due giocatori da lui portati a Palermo qualche anno fa, Fabio Enrique Simplicio e Mark Bresciano – Avevano fatto il loro tempo a Palermo. Sapete bene che entrambi avevano dato tutto, ma un giocatore dopo tanti anni può non sentire più la maglia. Si sono entrambi innamorati molto del posto, della città, della gente e di come si vive, perché io penso che calcisticamente Palermo sia al primo posto in Europa per il modo in cui si vive il calcio. E’ giusto che abbiano fatto delle scelte e siano andati altrove. La società si sta adoperando per sostituirli con dei giovani molto interessanti e di grande prospettiva. Mi dispiace non aver potuto trattenere Darmian, pensavo di poterci riuscire almeno per un altro anno, ma le sue qualità lo hanno spinto verso la maglia rosanero ed alla fine mi ha fatto piacere che almeno sia andato via per il Palermo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy