Champions: non basta Pippo-Show, Milan-Real 2-2

Champions: non basta Pippo-Show, Milan-Real 2-2

Non è bastato il Filippo Inzaghi delle migliori occasioni al Milan: due a due in casa con il Real Madrid, nella quarta giornata del girone G di Champions League. Ma ci saranno tante polemiche..

Commenta per primo!

Non è bastato il Filippo Inzaghi delle migliori occasioni al Milan: due a due in casa con il Real Madrid, nella quarta giornata del girone G di Champions League. Ma ci saranno tante polemiche. Le prime reti subite dai ‘galacticos’ (fino a questa sera Casillas non aveva ancora subito gol) portano infatti la firma di “Super Pippo”. Entrato nella ripresa, l’attaccante numero 9 ha siglato una doppietta nel giro di dieci minuti (23′ e ’33 del secondo tempo). Ad andare in vantaggio però, era stata la formazione ospite con Higuain, appena un minuto prima della fine del primo tempo. La cronaca delle reti rossonere: 23′ della ripresa, contropiede rossonero, Pepe sbaglia la chiusura su Ibahimovic, l’olandese riesce ad andar via al difensore e proseguire l’azione sulla fascia sinistra, cross al centro per Inzaghi che approfitta di un’indecisione dell’estremo difensore spagnolo Casillas e può insaccare sottoporta di testa. Dieci minuti dopo, la rete del vantaggio: lancio lungo di Pirlo per Inzaghi, controllo volante di destro e rasoterra con il piede sinistro. Casillas è battuto, padroni di casa clamorosamente in vantaggio e “San Siro” in delirio. Netto però (più di un metro) il fuorigioco dell’attaccante rossonero, e numerose proteste di tutta la compagine di Mourinho, sotto di due reti dopo essere stata in vantaggio fino a venti minuti dal termine. La gara sembra quindi essere indirizzata verso la vittoria per Ibra e compagni, ma al 93′ arriva la rete che sancisce il pareggio ospite con Pedro Leon: assist di Benzema per il compagno e tiro di destro rasoterra che beffa Abbiati proprio sotto le gambe. Le parole dell’uomo partita Inzaghi al termine della gara, intervistato da Rai Sport. “Indubbiamente sotto il profilo personale, essere lì davanti a tutti è una grande soddisfazione. Ho raggiunto e superato Van Basten nella storia del Milan, ma questo pareggio al termine mi ha un po’ rovinato la festa”. In virtù di questo pareggio, i rossoneri salgono a quota 5 in classifica, a cinque lunghezze proprio dalla formazione di Josè Mourinho, ancora prima del girone con 10 punti. Un regalo al Milan lo fa l’Auxerre: la vittoria dei francesi (2-1 sull’Ajax) mantiene la squadra di Allegri ancora seconda nel girone.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy