CAGLIARI-PALERMO Le pagelle di Mediagol.it

CAGLIARI-PALERMO Le pagelle di Mediagol.it

Sirigu 7 – Riscalda subito i guantoni al 9 su tiro di Dessena, al 15 buca unuscita e viene salvato da una buona copertura di Goian. Sui gol è incolpevole: nel primo viene ingannato dalla.

Commenta per primo!

Sirigu 7 – Riscalda subito i guantoni al 9 su tiro di Dessena, al 15 buca unuscita e viene salvato da una buona copertura di Goian. Sui gol è incolpevole: nel primo viene ingannato dalla sfortunata deviazione di Migliaccio sul tiro di Cossu, nel secondo Jeda gli si presenta davanti da solo. E però prodigioso su Matri, al quale impedisce sul 2-1 di chiudere la partita. Cassani 6 – Alterna buone giocate ad un certo numero di imprecisioni, e sembra un po molle quando concede il cross che porterà al primo gol del Cagliari. Nel secondo tempo partecipa allassalto allarma bianca dei rosanero, e serve il cross che consentirà a Miccoli di aprire la rimonta. Kjaer 6 – Buona partita del centrale danese. Per la verità in nessuno dei due gol dei sardi sembra che ci siano responsabilità specifiche degli uomini della difesa del Palermo. Battaglia di testa e nei contrasti con Nené, e ne esce spesso vincente. Goian 6,5 – Nel primo tempo è lattaccante più pericoloso del Palermo, ma uno strepitoso Marchetti gli nega la gioia del gol. In difesa gioca spesso danticipo, e salva i suoi in un paio di occasioni. Due nei: un buco “stile Catania” che fa ripartire un contropiede poi finito in un nulla di fatto, e lammonizione che gli farà saltare la gara contro il Milan. Balzaretti 6,5 – Per lui vale lo stesso discorso fatto per Cassani, anche se il biondo terzino sinistro sembra più dinamico del suo omologo destro, ma spesso altrettanto impreciso. Si propone con continuità, approfittando del fatto che Pisano rimane molto bloccato in difesa e gli consente di attaccarlo, duetta spesso con Liverani ma in area non trova mai quasi nessuno, anche perché Cavani ed Hernandez girano al largo dallarea di rigore rossoblù. Migliaccio 6 – Consueta partita di combattimento per il centrocampista campano, che parte per la verità un po contratto. Meglio nella ripresa, quando recupera tantissimi palloni e qualche volta gli viene fischiato fallo contro ingiustamente. Liverani 6- – Commette uningenuità che pesa fortemente sul giudizio, quella che porta al secondo gol del Cagliari. Il capitano di giornata commette un errore madornale per un calciatore della sua esperienza, e consente al Cagliari un facile contropiede che rischiava di compromettere definitivamente la partita del Palermo. Per il resto si muove in modo un po impacciato, guida la squadra da allenatore in campo ma nei fatti non riesce a farla girare. Nocerino 6 – Effettua un recupero miracoloso nel finale, quando insieme a Goian sventa un contrattacco cagliaritano da quattro contro due. Cerca spesso di prendere in mano la squadra per spingerla al pressing, ma pare spesso predichi nel deserto. Lascia il posto a Bertolo. Pastore 5,5 – Spento, abulico, nella prima frazione di gara non trova la posizione in campo per sfuggire allasfissiante controllo di Parola che lo segue ad uomo. Pare che soffra lassenza di Miccoli, infatti la sua gara cresce leggermente di tono con lingresso del numero 10 rosanero, e arriva anche pericolosamente al tiro trovando la risposta di Marchetti. Cavani 5 – Non sembra il suo periodo migliore. Gioca lontano dalla porta, che non vede praticamente mai, ma anche il suo apporto al gioco è davvero ai minimi termini. Quando gli subentra Miccoli, la musica cambia decisamente. Hernandez 6,5 – Piena sufficienza per quel gol cercato e trovato a venti secondi dalla fine che consente al Palermo di strappare un insperato pareggio. I suoi precedenti 94 minuti non erano stati particolarmente brillanti, non era mai riuscito a rendersi pericoloso e aveva battagliato con la difesa cagliaritana finendo spesso per commettere fallo. Rimane il fatto che il suo è uno di quei gol che può valere una stagione. Miccoli 7 – Quando entra è la scossa elettrica ad una squadra fin lì priva di luce. Sfiora subito un paio di volte la rete, e poi negli ultimi 7 minuti sigla il suo sedicesimo gol in stagione e serve ad Hernandez il cross per il gol della clamorosa rimonta. Ormai è certo: questa squadra non può fare a meno di lui. Bertolo sv – Entra al posto di Nocerino ma non trova il modo di mettersi il luce nel convulso finale. Budan 6,5 – Gioca solo pochissimi minuti, che però bastano per terrorizzare la retroguardia sarda. Costringe Marchetti ad un miracolo e subito dopo prende la traversa. La sua presenza in area incute tanto timore che i cagliaritani, per pensare a lui, dimenticano Hernandez che può colpire indisturbato. Rossi 6 – Il Palermo formato trasferta non riesce a cambiare marcia, ma va dato atto ai rosanero di non mollare mai. Il gol di Jeda avrebbe tagliato le gambe a qualunque squadra, invece nella testa dei rosanero risveglia energie e orgoglio che consentono di raddrizzare una partita compromessa. Discutibile la scelta di lasciare fuori Miccoli inizialmente, mossa giustificata con il fatto che il capitano era in diffida e non lo si voleva rischiare per il Milan, ma a questo punto del campionato tutti i punti sono ugualmente pesanti. Forse un po tardivo linserimento di Budan. CAGLIARI: Marchetti 7,5; Pisano 5,5, Astori 6, Ariaudo 6,5, Agostini 6; Parola 6,5, Dessena 6,5, Lazzari 6; Cossu 6; Nené 6,5, Ragatzu 5,5 – Marzoratti sv, Matri 5,5, Jeda 6. All. Melis 6 Arbitro: Rocchi 6 – Direzione di gara abbastanza tranquilla, le due squadre sono molto corrette sul terreno di gioco. Forse è generoso nellassegnare qualche fallo al Cagliari in fase difensiva, e ci starebbe un rigore su Miccoli, contrastato irregolarmente mentre sta per tirare. Bene la distribuzione dei cartellini, molto bene il prolungamento del recupero per linfortunio occorso ad Astori. Fabio Corrao

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy