Italia, Belotti: “Emozione unica indossare la maglia azzurra. Ventura un maestro, gli devo tanto”

L’attaccante del Torino, Andrea Belotti, è intervenuto per la prima volta in conferenza con la maglia dell’Italia.

Commenta per primo!

E’ Andrea Belotti il vero mattatore delle prime due giornate del campionato di serie A. 4 i gol messi a segno, ma potevano benissimo essere 6 se l’attaccante ex Palermo avesse realizzato i due tiri dal dischetto contro Milan e Bologna. Una partenza ‘sprint’ quella del giovane centravanti che con la maglia del Toro ha trovato la sua dimensione ideale.

Il fiuto del gol ha permesso al ‘Gallo’ di poter approdare anche in Nazionale, dove ritroverà il suo ‘maestro’ Giampiero Ventura che spera di vederlo con la cresta alzata anche in azzurro. In conferenza stampa, nel ritiro di Coverciano, Andrea Belotti, ha parlato della sua prima convocazione con l’Italia: “Che emozione quando ho varcato i cancelli di Coverciano. Non mi sembrava vero, erano due anni che mancavo e ora farò di tutto per non uscirne più – ha dichiarato il bomber granata – Pensavo fosse più difficile l’inserimento, ma qui ho capito il perché si parlava di un gruppo eccezionale in azzurro. I più vecchi, diciamo gli esperti, si sono messi a disposizione nella maniera più totale. Li conoscevo come grandi campioni, sto scoprendo grandi uomini. Ventura? E’ un maestro di tattica gli devo moltissimo. Ha un’idea di calcio molto valida e forte. E’ capace di trarre il massimo beneficio dalla squadra. Mi conosce e so cosa chiede, potrebbe essere un vantaggio. Non avrò il posto fisso, dovrò giocarmelo con tutti. Sfida con Higuain? Lui è un mostro. Io devo solo pensare al bene del Torino, non al titolo di capocannoniere“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy