Ronaldinho: “Il Napoli cerca un attaccante? Temo di essere troppo vecchio per la Serie A”

Ronaldinho: “Il Napoli cerca un attaccante? Temo di essere troppo vecchio per la Serie A”

L’intervista al fuoriclasse brasiliano in vista della Partita della Pace: “Sarà bello giocare con Totti e Maradona, due numeri 10 che hanno fatto la storia di questo sport”.

Commenta per primo!

Questa sera andrà in scena allo stadio Olimpico di Roma la Partita della Pace.

Un evento di beneficenza promosso da Papa Francesco per sostenere i programmi educativi e sociali di Fondazione Scholas Occurrentes, CSI, UNITALSI e AMLIB. E in campo, vi saranno diversi fuoriclasse di tutte le ere: da Maradona a Totti, passando per Cafu. Tra questi, anche Ronaldinho.

“Sicuramente sarà bello giocare con Totti e Maradona, due numeri 10 che hanno fatto la storia di questo sport. Maradona e Pelè dicono di essere stati i migliori di sempre? Hanno ragione, io mi siedo a guardarli. Ho fatto la mia parte, ma loro sono di un altro livello – ha dichiarato il brasiliano alla stampa -. Il Napoli cerca un attaccante? No, ormai sono diventato troppo vecchio per la Serie A… Il calcio non lo seguo molto, mi godo solo i gol e i momenti migliori. Per esempio, mi godo Neymar: è destinato ad essere il migliore al mondo. E poi ci sono i giovani: uno dei più forti, Gabigol, lo ha preso l’Inter, da lui e Gabriel Jesus noi brasiliani ci aspettiamo facciano la storia. E il Milan? Ho tanti amici che sono rimasti lì: il calcio è così, cambiano i presidenti e gli allenatori, speriamo torni una grande squadra. La Juventus? È destinata ancora a stare davanti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy