Napoli, parla l’ag. di Bailey: “Pizza e Maradona, che onore l’interesse azzurro”

Napoli, parla l’ag. di Bailey: “Pizza e Maradona, che onore l’interesse azzurro”

L’intervista al procuratore di Leon Bailey, estroso attaccante del Genk, terminato nei radar del Napoli.

Commenta per primo!

Il Napoli punta Leon Bailey. Il talento classe ’97 potrebbe presto rompere col suo club di appartenenza, il Genk, e i partenopei starebbero pianificando un tentativo per portarlo alla corte di Maurizio Sarri.

A parlare della situazione di Bailey, è il suo manager, Craig Butler. “Leon Bailey e Kyle Brandon Butler sono entrambi miei figli e li gestisco con Matt Kay della Doyen Global: lui è l’unica persona, al di fuori del sottoscritto, a poterli rappresentare e a poter parlare di loro in via ufficiale. Sappiamo dell’interesse del Napoli, i miei figli sono onorati di essere presi in considerazione dal club diventato grande con Maradona e che Diego porta ancora nel cuore – dice Butler ad AreaNapoli -. Sono sicuro, però, che alcune cose emerse sui media in questi giorni non sono esatte. La verità è che siamo al corrente dell’interesse di molti altri club, ma non sono state presentate offerte ed il Genk non ha rifiutato una cifra chiedendone un’altra. Come ben sapete, la dirigenza deve giocoforza a informare noi in caso di proposte ufficiali, e finora non l’ha fatto“.

NAPOLI“Posso dire che il Napoli è un grande club, una Società blasonata e che ammiriamo per la sua storia. Anche l’Italia, come paese, è molto affascinante. Non abbiamo mai chiuso le porte a nessuna possibilità. Io ed i miei figli siamo nati e viviamo in uno stato anglofono, dunque va da sè che la Premier è un’opzione. Detto ciò, va considerato che i miei figli parlano diverse lingue, come il tedesco ed il francese, ed apprendono in modo molto naturale adattandosi bene a nuovi contesti“.

MERCATO – “Se esistono possibilità di un trasferimento a gennaio? Vedremo. Diverse squadre sono interessate sia a Leon sia a Kyle, ma entrambi sono focalizzati sul proprio campionato con il Genk, mentre io vaglio le varie opzioni. Di recente sono stato a Napoli in vacanza. Posso dire che la città è magnifica e la gente è fantastica. Il cibo, inoltre, è davvero molto buono… la pizza ad esempio è squisita”“.

PARAGONE? NO – “A chi può essere paragonato Bailey? E’ un calciatore ‘nuovo’, rappresenta una generazione diversa rispetto a quelle passate perchè è un attaccante molto speciale che unisce la tecnica europea alla rapidità tipica della Giamaica. E’ forte fisicamente ma agile allo stesso tempo. Non molla mai, attacca bene lo spazio ed ha una visione di gioco non comune agli altri ragazzi della sua età. Una particolarità, poi, lo distingue ulteriormente: non solo è velocissimo nei test, ma è rapido come pochi anche con la palla tra i piedi. Mentalmente è più maturo dei suoi coetanei e si adatta a qualsiasi tipo di compagno di reparto“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy