Napoli, Koulibaly: “Champions League? Puntiamo alla qualificazione per il prossimo turno. Sulle voci di mercato dico che…”

Napoli, Koulibaly: “Champions League? Puntiamo alla qualificazione per il prossimo turno. Sulle voci di mercato dico che…”

Il difensore azzurro, Kalidou Koulibaly, si racconta tra sogni, obiettivi e voci di mercato

Protagonista, indiscusso, in casa Napoli, Kalidou Koulibaly.

Intervenuto ai microfoni dell’emittente radiofonica francese RFI, il centrale difensivo azzurro, che nelle ultime gare ha raggiunto livelli di prestazione altissimi – attirando a sé l’attenzione delle più grandi big d’Europa -, ha parlato del suo futuro e dei suoi prossimi obiettivi: “Sono ancora al lavoro per migliorare e crescere. Certo, fa piacere sapere di interessare a tanti club, ma ora sono totalmente concentrato sul Napoli. Ma queste voci non dovrebbero distrarmi – ha sottolineato -, soprattutto perché il calcio va molto veloce in entrambe le direzioni. Cerco solo di mostrare le mie qualità per il bene della squadra, poi vedremo cosa succederà. Siamo all’inizio della stagione, non ho bisogno di pensare al mercato. Sono un calciatore che prova a dare sempre tutto sé stesso con umiltà e rispetto. E sono un testardo perché non rinuncio mai a nulla. Ma non ho alcuna pozione magica. Ogni rivale ha i suoi pregi e devi trovare la chiave giusta per fermarlo. Mbappé è fortissimo e anticiparlo è sempre complicato, ma martedi ci è andata bene. Per me, la cosa più importante è che il Napoli si qualifichi per il prossimo turno di Champions League”. 

Coppa d’Africa? Sarà difficile – ha continuato il senegalese -. Per ora penso a dare tutto nel club, cercherò di andare il più lontano possibile e cercherò di vincere un titolo con il Napoli. Poi ci penserò. Gestirò la fatica con lo staff per essere pronto per la Coppa d’Africa. Ma prima ho intenzione di fare una grande stagione con il Napoli. La cosa più importante è che sono riuscito a disputare una buona stagione l’anno scorso e questo successo mi spinge a lavorare di nuovo per migliorare. Certo, il trofeo sarebbe qualcosa di importante anche se per un difensore è sempre più difficile vincere un riconoscimento individuale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy