Napoli e la trasferta turca: minacce via web e possibili gemellaggi coi rivali del Besiktas

Napoli e la trasferta turca: minacce via web e possibili gemellaggi coi rivali del Besiktas

Via mail si sarebbero registrati alcuni scambi di minacce tra gruppi di ultrà che sono stati immediatamente rilevati e, per lo più, si temono gemellaggi via web con tifosi di altri club della capitale, rivali del Besiktas.

Commenta per primo!

Il Napoli conta le ore che lo separano dal match valido per il day-4 della fase a gironi di Champions League.

I partenopei di Maurizio Sarri, reduci dalla sconfitta (che brucia ancora) di sabato sera per mano della Juventus, occupano attualmente il primo posto nella classifica del gruppo B. E domani, Hamsik e compagni affronteranno quel Besiktas che, giusto un paio di settimane fa, ha espugnato il San Paolo battendo gli azzurri per 3-2. Domani, alla Vodafone Arena, può essere posto un importante mattoncino in ottica qualificazione agli ottavi da prima forza del girone.

Napoli: Insigne si scusa con Sarri, sarà comunque multato

L’ambiente partenopeo vuole rispondere presente all’appuntamento in Turchia, tant’è che saranno ben 400 i tifosi azzurri che partiranno tra oggi e domani per raggiungere Istanbul. Una ricca rappresentanza di sostenitori napoletani su cui vigileranno parecchio le forze dell’ordine del luogo, specialmente in virtù delle recenti notizie che arrivano dall’edizione odierna de ‘Il Mattino‘. Ci sarebbe, infatti, molta apprensione per i pessimi rapporti tra le due tifoserie e si teme che le tensioni a cui si è assistito nella gara di andata – con il tentativo di aggressione da parte di un manipolo di ultrà napoletani – possano ripetersi anche in Turchia. Via mail si sarebbero registrati alcuni scambi di minacce tra gruppi di ultrà che sono stati immediatamente rilevati e, per lo più, si temono gemellaggi via web con tifosi di altri club della capitale, rivali del Besiktas. Grande collaborazione tra la Polizia italiana e quella turca per monitorare la situazione. Il Napoli teme anche un altro aspetto: dovessero accadere disordini si rischia la squalifica del San Paolo per la prossima gara interna contro la Dinamo Kiev.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy