Napoli, De Laurentiis: “Pavoletti è nostro, col Real Madrid occasione storica”

Napoli, De Laurentiis: “Pavoletti è nostro, col Real Madrid occasione storica”

L’intervista al presidente del Napoli in diretta a Sky Sport 24.

Commenta per primo!

Intervista di fine anno per il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, in diretta su Sky Sport 24. La sua squadra è reduce da un pareggio spettacolare con la Fiorentina, da considerare però un passo falso in ottica scudetto.

PAVOLETTI –“Possiamo dire che i regali siano finiti, manca quello più importante: il regalo da fare ai tifosi. Ogni evento è un Natale per noi. Pavoletti deve fare le visite, auguriamoci che sia in forma, forte e che possa darci quella complementarità che, però, a noi non manca visto che Mertens si è rivelato un vero nueve“, ha detto De Laurentiis.

SARRI – “Il Napoli ha una rosa molto ampia che non è stata ancora tutta scoperta ed allenata al punto giusto. Sarri è molto furbo, guida la squadra per sé stesso e per la società essendo un toscano DOC. C’è negli allenatori quasi la paura di essere esonerati, mentre per me il tecnico deve essere uno dei punti di forza della società in un contesto di crescita. Giochiamo talmente tante partite, alcune anche inutili, e purtroppo ci sono alcuni momenti in cui uno è più in forma, visto che si gioca in undici, ci sta che qualcuno possa star fuori. Se fosse facile allenare e creare una squadra perfetta, i giornalista sarebbero nella c***a più assoluta!

BILANCIO – “Il momento più bello del 2016? Sono stati tutti momenti belli perché questo Napoli, grazie a Sarri, si diverte e fa divertire. L’allenatore ha esportato queste sue capacità nella squadra, e quindi in virtù di ciò anche qualche distrazione ci può stare. Con il Napoli non ti puoi mai addormentare perché sono sempre partite spettacolari, a volte in Serie A ti addormenti. Ho sposato il regista giusto in tal senso perché ci fa divertire. Una cosa che non rifarei? Io non guardo mai al passato, sono sempre proiettato in avanti. La storia serve per correggere gli errori marginali, perché per le cose più importanti si interviene subito“.

REAL MADRID –Il Real Madrid è un’occasione storica, è la prima volta che lo affrontiamo. E’ una grande squadra con una grandissima società con un fatturato 4 volte superiore al nostro. Voglio vedere Davide contro Golia. Lì va dimostrata personalità, non dovremo subire l’autorevolezza degli spagnoli, anche di facciata, come nel caso di Cristiano Ronaldo. Lì ci vorrà tenuta psicologica, mentre qui potremo dire la nostra con i tifosi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy